Home Attualità Una Band Rock elettronico a Sanremo Giovani – DESCHEMA –

Una Band Rock elettronico a Sanremo Giovani – DESCHEMA –

393
0
SHARE

La band “Deschema” è composta da cinque elementi, Gianluca Polvere (25 anni) voce e synth, Giulio Cappelli (25 anni) chitarre, Nicola Facco (23 anni) chitarre, Emilio Goracci (23 anni) basso Massimiliano Manetti (25 anni) batteria.
La scintilla è nata nell’estate del 2008 quando, un po’ per gioco, si sono cimentati in svariati live, fino a dare il via alla propria gavetta. Sono stati necessari due anni per raggiungere una formazione stabile. Il cambio di rotta avviene invece nel 2016, anno in cui i ragazzi decidono di cambiare progetto, con le aspettative che si fanno più ampie e il nome muta in Deschema. Questi deriva dal processo di evoluzione subito, con l’aggiunta di sonorità elettroniche.

Intervista:

Da che età è nata la vostra passione, come vi siete conosciuti?

  – Gianluca: La nostra passione è iniziata sin da piccoli, grazie alle nostre famiglie, ai nostri genitori, anche loro appassionati di musica. Ho conosciuto Giulio e Massimiliano alla scuola primaria, poi dopo poco Nicola e Massimiliano. Ognuno di noi già suonava uno strumento.

Come nasce il vostro gruppo? Perché DESCHEMA?                                          

– Gianluca: il gruppo Deschema nasce dall’esigenza di rompere gli schemi con il passato. Siamo uniti dal 2008 come un gruppo rock con il tempo, maturando abbiamo sperimentato nuove sonorità elettroniche, ci siamo appassionati al mond e dei sintetizzatori e da qui abbiamo voluto rompere tutti gli schemi con il passato è dar vita a questo progetto con sonorità più fresche. Da qui “DESCHEMA”.

La faccia che avete fatto quando avete sentito il vostro nome tra i vincitori di Area Sanremo tour?                            

– Giulio: La nostra faccia? Dopo due ore di ansia, di attesa per l’esito finale, Ci sono state reazione differenti, chi ha urlato, chi è stato in silenzio ma una gioia infinita.

Com’è nato il brano che parteciperà a Sanremo giovani?                                  

– Massimiliano: Oltre ad essere il batterista sono l’Autore del brano “Cristallo”. È nato verso la fine dell’estate quando in primis avevo bisogno di sentirmi delle parole di conforto e di fiducia, quindi ho voluto trasformare questo desiderio in un testo che potesse aiutare qualcun altro.

Di cosa parla “ Cristallo”?

– Massimiliano: “Cristallo” parla di quei momenti fragili e vulnerabili che noi tutti abbiamo in alcuni momenti della vita. Con questo brano vogliamo spronare un amico, un familiare, uno sconosciuto, a non abbattersi e a rialzarsi. Abbiamo utilizzato l’immagine del Cristallo perché è un’immagine semplice e chiara, che all’apparenza non ha difetti ma basta niente per andare in mille pezzi. Questa è l’immagine che c’è oggi nel mondo, le persone dietro l’apparenza nascondono la parte più profonda e sensibile e questo può creare anche dei danni.

“Cristallo” sarà il tormentone di Sanremo giovani?                                   

– Massimiliano: Cristallo sarà il tormentone del momento è una canzone interessante e utile a chi ascolta ed è proprio questo il nostro obiettivo. Il testo è profondo e orecchiabile. È un genere fresco, Rock elettronico.

Cosa vi dite (o direte a Sanremo giovani) prima di salire sul palco?
Rituali scaramantici o oggetti portafortuna ne avete?

  -Prima di salire sul palco abbiamo il nostro mantra, è quello di riunirci in cerchio, mettere le mani una sopra l’altra, ci guardiamo e gridiamo “Bella”. Questo è il nostro porta fortuna.

Una frase che vi descriva, per presentarvi a chi ancora non vi conosce?                                                

– Come frase che ci descriva direi che noi siamo un gruppo composto da cinque leader, decidiamo tutto insieme e la nostra caratteristica è che siamo proprio così, come ci vedete.

Cosa vi aspettate da questo Festival?

– Nicola: per noi arrivare al Festival è stata già una vittoria perché abbiamo la possibilità di arrivare a più gente e allargare il numero di possibilità

Dopo Sanremo avete già un album pronto? Ci date qualche anticipazione?

– Nicola: Dopo il Festival abbiamo già in mente di continuare a lavorare su dei singoli, brani nuovi, andranno ad aggiungersi ad altri brani per poi fare un disco ma non possiamo dire quando.
Gianluca conclude l’intervista: Non vediamo l’ora di salire sul palco del Casinò per Sanremo Giovani e portare tutta la nostra energia, sincerità e le fresche sonorità che ci caratterizzano.

Forza DESCHEMA, in bocca al lupo.

Rispondi