Home Economia Ferrara, sono preoccupato che il contenzioso tributario possa essere trasferito alla giustizia...

Ferrara, sono preoccupato che il contenzioso tributario possa essere trasferito alla giustizia ordinaria

Lo ha detto il presidente del tribunale di Napoli al forum nazionale promosso dai commercialisti a Ischia

198
0
SHARE

ISCHIA  – “Il settore tributario non è la cenerentola del sistema della giustizia, ma non mancano le criticità. È importante trovare soluzioni che siano migliorative del sistema, purtroppo però le ultime proposte all’esame del Parlamento non mi pare vadano in questa direzione”.

Lo ha detto Ettore Ferrara, presidente del Tribunale di Napoli nel corso del convegno “La riforma in atto della Giustizia Tributaria”, promosso dai commercialisti presso il centro congressi dell’Hotel Regina Isabella di Lacco Ameno (Ischia).  “Sono preoccupato – ha aggiunto Ferrara -che si possa pensare di riversare questo contenzioso così gravoso sulle strutture ordinarie che già versano in una situazione di sofferenza”.

“Chiediamo al Parlamento una concreta e rapida riforma della giustizia tributaria – ha rimarcato Vincenzo Moretta, numero uno dell’Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili di Napoli – che possa migliorare l’intero comparto a beneficio delle piccole e medie imprese ma anche a favore di tutti i cittadini. In Italia occorre un sistema più efficiente e riteniamo che i commercialisti possano dare un contributo importante per costruirlo”.

Achille Coppola, segretario nazionale dei commercialisti italiani, ha sostenuto che “la giustizia tributaria registra numeri e performance sostanzialmente positivi, avendo ridotto il contenzioso e la giacenza dell’11 per cento. Di questo passo, considerando la rottamazione delle cartelle e le liti pendenti, si faranno ulteriori progressi. È chiaro che ci sono fenomeni che vanno rafforzati sotto il profilo etico ed organizzativo, su tutti il problema del carico della Suprema Corte”.

Immacolata Vasaturo, consigliere Odcec Napoli, ha sottolineato: “Occorrerebbe mettere in campo una riforma organica. Noi commercialisti siamo abilitati a tutelare i contribuenti dinanzi ai giudici tributari e auspichiamo che la riforma venga compiuta al più presto. La giustizia tributaria in molti casi è efficiente ma vive una fase di stallo, come denunciato dal presidente della Cassazione. Non possiamo permettere che tanti giudizi pendenti si concludano dopo tanti anni”.

Secondo Matteo De Lise (Odcec Napoli), “ci sono stati passi avanti ma c’è ancora molto da fare. Ci aspettiamo che il sistema della giustizia tributaria sia molto più veloce per rispondere alle esigenze dei contribuenti”.

Infine Alfredo Montagna, presidente della Commissione Tributaria Regione Campania, ha annunciato che il palazzo dell’ex Pretura di Napoli, in Porta Capuana, sarà la nuova sede della Commissione Tributaria Regionale e Provinciale: “Un segnale importante, avremo una sede prestigiosa ed autonoma, il simbolo del nostro rilancio”.

Rispondi