Home Attualità Incastrato Mario Oliviero “Rory” mentre ritira una valigetta. Biagio Iacoare si dimette.

Incastrato Mario Oliviero “Rory” mentre ritira una valigetta. Biagio Iacoare si dimette.

429
0
SHARE

Viene pubblicato il terzo video dell’inchiesta di Fanpage. Vicenda sulla quale è in corso un’inchiesta della Procura di Napoli che vede indagati per corruzione, il figlio del governatore della Campania, Roberto De Luca, e il candidato FDI Luciano Passariello. Indagati anche Francesco Piccinini e Sasha Biazzo, direttore e giornalista del sito Fanpage, per induzione alla corruzione.
L’inchiesta prende il nome di “Bloody Money”. È Nunzio Perrella, ex boss di camorra, a documentare con la sua telecamera nascosta l’incontro, avvenuto qualche settimana fa, con Luciano Passariello e Roberto De Luca.
Adesso abbiamo due volti nuovi, si tratta di Biagio Iacolare, presidente del Cda di SMA Campania e da tempo collaboratore del governatore della Regione Vincenzo De Luca, e di Mario Oliviero, conosciuto con il nome di “Rory” ed ex presidente del Consiglio comunale di Ercolano, che ricopre il ruolo di mediatore del primo.
L’incontro avviene nella hall di un hotel, Oliviero pattuisce con Perrella che deve avere 25mila euro nel momento in cui si accinge a fare l’invito per l’affidamento dell’appalto, altri 25mila nel momento in cui viene firmato l’affidamento, parlano di affari, soldi e percentuali da spartirsi, ma anche della necessità di coinvolgere in questa operazione un altro soggetto. Quest’ultimo è Fulvio Bonavitacola, vice presidente della Regione Campania, oltre che assessore all’Ambiente e all’Urbanistica. L’offerta messa sul tavolo da Perrella è allettante: “Siamo in grado  di fissare a 95 euro a tonnellate il trasporto dei fanghi mentre l’affidamento è ormai a quota 220euro a tonnellate. Noi siamo in grado per 50 euro a voto di procacciare consensi elettorali”. Iacolare, tra i 95 euro di costo a tonnellate e i 220 che è il prezzo praticato, fissa in 140 euro la base di partenza, la differenza diventa la torta da spartire.
Alla fine della puntata si vede infatti Perrella consegnare a Oliviero la valigia contenente il denaro. Tutto in una sola tranche e non in due da 25 mila come pattuito in un primo momento – «A noi dei 25 mila euro non ce ne fotte proprio, ‘e tenimme ngoppa ‘o braccio. È una questione di garbo», aveva assicurato Oliviero, per evitare di dover ripetere l’operazione, è la scusa avanzata dall’ex camorrista. Al suo interno, ovviamente, non c’è nulla, solo spazzatura. Nel video in questione si vede chiaramente questa valigetta finire nel bagagliaio della macchina di Oliviero.

Rispondi