Home Economia Marciani, al via i primi tirocini retribuiti a favore di aspiranti liberi...

Marciani, al via i primi tirocini retribuiti a favore di aspiranti liberi professionisti

L'iniziativa è stata promossa dall'Università "Luigi Vanvitelli" con gli ordini professionali

71
0
SHARE

NAPOLI – “NewPro, professionisti si diventa” è il progetto presentato oggi a Napoli, realizzato dall’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli” e finanziato dalla Regione Campania in partnership con undici fra Ordini e Associazioni di professionisti, per avviare i primi 35 tirocini retribuiti della durata di sei mesi rivolti a studenti interessati a intraprendere un percorso nella libera professione.

Per la prima volta la Regione Campania ha investito una risorsa economica importante: 17 milioni di euro a disposizione dei professionisti.

Oggi abbiamo presentato un progetto innovativo  – ha evidenziato Chiara Marciani, assessore regionale alla Formazione Professionale – perché consentirà ai giovani studenti di avvicinarsi al mondo dei liberi professionisti all’insegna dell’alternanza università/lavoro con uno stanziamento di 1,5 milioni di euro pere sette progetti dedicati al mondo universitario.

Nel caso specifico è stata coinvolta l’Università degli Studi della Campania ‘Luigi Vanvitelli’ con il coinvolgimento di tanti ordini professionali”.

NewPro è un progetto eterogeneo che porterà i ragazzi ad avvicinarsi alla professione di ingegnere, architetto, avvocato, notaio, ostetrica, commercialista, farmacista e fisico grazie al coinvolgimento attivo di 11 tra Ordini e associazioni di professionisti.

“Lo svolgimento di tirocini retribuiti rappresenta una grande novità – ha sottolineato Giuseppe Paolisso, rettore dell’Università “Luigi Vanvitelli” – .

Oggi gli atenei devono  contribuire alla crescita del territorio anche dal punto di vista imprenditoriale.  Questa iniziativa offre una nuova opportunità agli studenti napoletani e casertani: entrare nel mondo del lavoro per conoscerne i dettagli.

L’auspicio è che in un immediato futuro per questi giovani possa esserci anche uno sbocco occupazionale”.
All’interno dell’Ateneo, NewPro vede il coinvolgimento attivo di 6 fra Scuole e Dipartimenti.

Potranno candidarsi studenti iscritti agli ultimi due anni dei corsi di studio ammessi, che abbiano al massimo 26 anni compiuti e una media ponderata pari ad un minimo di 26.

“La Fondazione Emblema è impegnata su tutto il territorio nazionale a sottolineare la centralità dell’orientamento per aumentare le percentuali di inserimento lavorativo dei giovani – dichiara Tommaso Aiello, direttore generale della Fondazione – e per questo siamo molto lieti di poter dare il nostro contributo ad un progetto innovativo come NewPro.

Grazie alle diverse sessioni di orientamento che realizzeremo puntiamo a garantire nei tirocinanti una maggiore consapevolezza nell’affrontare la loro prima esperienza nella libera professione e ad aumentare le possibilità di proseguimento lavorativo al termine degli studi”.

NewPro prevede al suo interno un fitto programma di attività di orientamento che sono state affidate ad Emblema, la Fondazione leader in Italia nell’ideazione di progetti di orientamento al lavoro e promotrice della Borsa del Placement.

Si inizierà a metà ottobre con un ciclo di quattro sessioni di orientamento al lavoro, della durata di mezza giornata ciascuna, propedeutiche alla selezione dei tirocinanti.

Successivamente i candidati saranno protagonisti di una sessione di assessment center in cui si potranno valutare e esaminare competenze, capacità e attitudini dei candidati nella gestione di situazioni complesse.

“L’Università Vanvitelli intende realizzare con NewPro un progetto di eccellenza per l’intera Regione – afferma la professoressa Nadia Barrella, delegata al placement dell’Ateneo – sia da un punto di vista metodologico che qualitativo.

Abbiamo, infatti, elaborato una iniziativa unica per l’intera Università al fine di esaltare il ruolo strategico del placement di Ateneo, prevedendo al contempo un ruolo importante per tutte le azioni di orientamento che accompagneranno i nostri studenti dalle selezioni iniziali allo svolgimento del tirocinio.”

L’orientamento proseguirà durante i tirocini con seminari di approfondimento sulle tematiche dell’orientamento all’autoimprenditoria, in cui saranno affrontate le tematiche essenziali per la creazione di una nuova impresa, sessioni di training check per monitorare l’andamento del percorso di tirocinio e il feedback sharing, momento di sintesi finalizzato alla valutazione complessiva del progetto da parte dei tirocinanti.

Il bando per le candidature sarà pubblicato dall’Ateneo la prossima settimana e le candidature dovranno pervenire entro il 4 ottobre 2017.

Rispondi