Home Attualità Maturità 2018: “Notte prima degli esami”.

Maturità 2018: “Notte prima degli esami”.

544
0
SHARE

Gli studenti italiani che affronteranno la maturità 2018, saranno 509.307 (492.698 interni e 16.609 esterni) ad affrontare domani la prima prova, quella di italiano. Chi affronta la maturità quest’anno entrerà nella storia, perchè sarà l’ultima maturità “lunga”, visto che dal prossimo anno entrerà in vigore quella introdotta da “la Buona scuola bis”, che riduce le prove scritte a due sole e accorcia i tempi per gli orali. E anche quest’anno, per i ‘maturandi’ di tutta Italia è arrivata quella che, grazie ad una canzone di Antonello Venditti ed a due film, è per antonomasia la ‘Notte prima degli esami’. Da una parte i ricordi per chi ci è passato, dall’altra la paura per la ‘prova’ che introduce i più giovani nel mondo del lavoro o, per chi vuole continuare gli studi, in quello dell’Università.
Come lo scorso anno ogni singola sede d’esame riceverà il plico ‘digitale’, domattina alle 8.30 via mail con una ‘Pec’ direttamente dal Ministero e, i tutte le scuole ci sarà il tecnico della commissione web ad aprire il plico con l’apposita chiave d’accesso. Con i tempi tecnici per le stampe dei plichi, l’esame vero e proprio dovrebbe iniziare intorno alle 9.15. Sei le ore a disposizione per completare il tema di italiano, che sarà articolato su 4 tipologie: tema storico, tema di attualità, analisi del testo, saggio breve o articolo di giornale.
Molte le ipotesi sui temi che potrebbero trovarsi domani gli studenti sul banco d’esame. Tra questi, alcuni dei più probabili riguardano Aldo Moro, ma anche le leggi razziali e la Costituzione. Per l’analisi del testo potrebbero anche essere proposti gli autori dell’Ottocento, tra cui spiccano Manzoni e Leopardi. Per il saggio breve o l’articolo di giornale, un argomento potrebbe essere l’Hikikomori, il fenomeno per il quale molti dei giovani tra i 14 e i 25 anni vivono nelle loro camere da letto, dormono durante il giorno e restano svegli tutta la notte.
Dopo la prima prova, di italiano per tutte le scuole, giovedì 21 ci sarà la seconda prova e durerà tra le quattro e le otto ore in base agli indirizzi, sulle materie estratte dal ministero lo scorso gennaio: greco al liceo classico, matematica allo scientifico, lingua straniera 1 al linguistico, economia aziendale per l’indirizzo Amministrazione, Finanza e Marketing degli istituti tecnici, scienza e cultura dell’alimentazione per l’indirizzo Servizi enogastronomia e ospitalità alberghiera, estimo per l’indirizzo Costruzioni, ambiente e territorio, sistemi e reti per l’indirizzo Informatica e telecomunicazioni. E ancora: progettazione multimediale per l’indirizzo Grafica e comunicazione, lingua inglese per il turistico, meccanica macchine ed energia per l’indirizzo Meccanica, meccatronica, energia, teoria, analisi e composizione al liceo musicale, tecniche della danza al liceo coreutico, discipline artistiche all’artistico. La terza prova si svolgerà invece lunedì prossimo e sarà l’ultimo anno che verrà proposta in questo modo. Ovvero: ogni commissione delibera le discipline dell’ultimo anno che vengono sorteggiate e poi vengono scelte dalla commissione. Gli orali inizieranno 24 ore dopo la terza prova scritta ed i ragazzi da domani o dopodomani, sapranno quale sezione inizierà per prima. Ogni giorno si presenteranno 5 candidati, per il colloquio sugli argomenti dell’ultimo anno, ma inizieranno con una tesina.
Il prossimo anno, con la rivoluzione degli esami di maturità, rimarranno la prima e la seconda prova scritta, ma non ci sarà la terza ai fini del punteggio. Ad aprile, infatti, verranno svolte le prove nazionali ‘Invalsi’, che non incideranno nella votazione ma serviranno per l’accesso all’esame di Stato.
Non ci resta che fare un sincero in bocca al lupo ai giovani . Un augurio per l’esame e per la vita: “Nessuno vi porta via il sapere”!

Rispondi