Home Motori MotoGp: la Ducati si prepara per il Giappone.Dovizioso ottimista

MotoGp: la Ducati si prepara per il Giappone.Dovizioso ottimista

219
0
SHARE

Quartultimo appuntamento del Campionato Mondiale MotoGP 2014 in programma per domenica con il Gran Premio del Giappone, al quale il Team Ducati si prepara con entusiasmo. Prima tappa dell’impegnativa tripletta di gare extra-europee di fine stagione, che comprenderà altri due round in Australia e in Malesia nei weekend successivi. Credo che la nostra GP14 possa essere competitiva anche in Giappone -spiega il pilota italiano Andrea Dovizioso – perché nelle quattro gare siamo sempre stati competitivi su circuiti con caratteristiche completamente diverse, quindi sicuramente andiamo a Motegi molto motivati. Motegi è una pista che mi piace, soprattutto perché io ho una frenata ‘pesante’ e questo è un vantaggio, viste le caratteristiche del tracciato. Qui ho ottenuto dei buoni risultati in MotoGP, soprattutto nel 2010 quando ho conquistato pole position, la mia unica finora in MotoGP, e ho poi terminato la gara con un ottimo secondo posto”. Negli anni scorsi il Ducati Team ha ottenuto degli ottimi risultati su questo circuito; da ricordare in particolare le quattro vittorie ottenute da Loris Capirossi e Casey Stoner, che proprio a Motegi ha conquistato il suo primo titolo mondiale con la Ducati nel 2007.
Ad Andrea Dovizioso il circuito giapponese piace molto, ed è salito sul podio in tutte e tre le categorie, vincendo la gara 125cc nel 2004, mentre Cal Crutchlow si è qualificato in prima fila nel 2012 ma lo scorso anno non è andato oltre al settimo posto in gara. “Dopo il buon risultato ottenuto ad Aragon, vado molto fiducioso in Giappone, dove ho moltissimi fans, e spero di poter continuare questo momento positivo! Sono molto soddisfatto del lavoro dei ragazzi del mio team -sottolinea Crutchlow-, e di conseguenza le mie prestazioni sono migliorate rispetto a qualche gara fa. Motegi è una pista diversa dal solito, con lunghi rettilinei seguiti da curve dove serve una buona frenata: è un circuito che mi piace e sarà interessante vedere come andrà la mia gara”.

Rispondi