Home Attualità Naomi “soprano pop” di X Factor 2018.

Naomi “soprano pop” di X Factor 2018.

269
0
SHARE

Naomi Rivieccio, classe 1992, è una cantante di origini napoletane e vive nel capoluogo partenopeo. Sangue “caldo”, carattere estroverso e grinta da vendere: è questo il biglietto da visita della concorrente dell’edizione 2018 di X-Factor. Il canto è naturalmente la più grande passione dell’artista 26enne, che si è distinta nel genere lirico, forte della sua voce da soprano. Per inseguire il suo sogno ha dovuto studiare e lavorare molto. Fin da piccola studia musica leggera. A 17 anni Naomi accede alla “UMS” (Università di musica e spettacolo).
diretta dal Maestro Ciro Barbato, dove ha conosciuto i suoi più grandi amici: Enrico Rispoli – Margherita Marinelli – Raffaella Calafato – e con i quali forma il gruppo vocale dei “Mighty choir”, con i quali ha condiviso i primi percorsi di alta formazione artistica proprio con il Maestro Barbato.
Successivamente si è avvicinata alla lirica conseguendo il diploma al Conservatorio di musica “G. Martucci” di Salerno. Ora Naomi è solista presso la “Nuova Orchestra Scarlatti”.
Voce calda e potente, agilitá suprema e timbro vocalico difficile da dimenticare, Naomi ha mostrato grande abilità canore, oltre a essere perfettamente a suo agio con il pop e il rap. La voce di Naomi è molto vicina alla lirica, ma allo stesso tempo ha un’anima Pop rock che ha incantato. La partecipazione a X-Factor, potrebbe rappresentare un valido trampolino di lancio per la giovanissima napoletana. Naomi è la seconda classificata di X Factor 2018. (13 dicembre al Mediolanum Forum di Assago Naomi ha sfidato i compagni Luna Melis, Bowland e Anastasio nella finale in onda in esclusiva su Sky Uno – canale 108 e su digitale terrestre al canale 311 e 11). Il rapper Anastasio si porta a casa la vittoria di X Factor 2018.
Vince un rapper nei confronti di una voce che potrebbe essere il riscatto del melodramma italiano, vince un rapper contro una delle grandi voci che potrebbero rappresentare il riscatto della buona scuola e tecnica vocale italiana. In ogni caso, grazie X Factor perché abbiamo capito che c’è speranza, che i veri talenti esistono, e che occorre soltanto avere più coraggio di fare musica e arte di spessore, provando a guardare in modo più lungimirante verso il futuro musicale e in Italia e nel mondo, senza affogare il pubblico di rapper che non esaltano il sentimento, non sanno cantare, non c’entrano nulla con la musica, che sono solo bravi ad utilizzare il testo come senso ritmico, forse sono mancati batteristi. Lode a Noemi, che siamo sicuri avrà una eccelsa carriera.

Rispondi