Home Sport Il Napoli va anche con il turnover: Ounas e Insigne stendono il...

Il Napoli va anche con il turnover: Ounas e Insigne stendono il Sassuolo

416
0
SHARE

Ospina 7: non perfetto nelle respinte, da rivedere stilisticamente, poi con i piedi salva il Napoli su tiro di Duricic e compie una buona parata su tiro a giro di Berardi. Nel finale ancora due parate alla Garella che lasciano la rete inviolata

Malcuit 7: spinge in profondità quando può e gioca bene il pallone con i piedi, personalità e sicurezza nelle chiusure. Gioca con intelligenza, tra i migliori

Albiol 6,5: chiude con puntualità, si fa trovare sempre lucido sia in difesa che nell’impostazione da dietro. Concede poco e mostra la solita personalità

Koulibaly 6,5 : muscoli e cervello, chiude su Boateng e raddoppia su Lirola. Va a prendersi un giallo inutile in netto ritardo su Babacar e salterà la prossima

Hysa 5,5: Lirola non è un cliente semplice e si vede, si propone anche in avanti, troppo vistosa la caduta in area, qualche errore di troppo negli appoggi

Zielinsky 5,5:  si da da fare in una posizione insolita, si divora un gol clamoroso su un bellissimo assist di Verdi e sbaglia troppe giocate. Va meglio sulla sua corsia con l’ingresso di Callejon

Rog 6: cattura palloni con grinta, aggredisce con i tempi giusti, gioca e pressa a tutto campo. Un calciatore su cui puntare

Diawara 6: lavora ordinatamente a centrocampo, rischia la doppia ammonizione e giustamente Ancelotti lo sostituisce (dal 55’ Allan s.v.: non trova subito l’agonismo, esce un po’ alla distanza

Verdi 6: mostra le sue qualità soprattutto con il pallone tra i piedi, quando riparte fa veramente male con dribbling ed assist. Cala alla distanza (dal 68’ Callejon s.v.: entra per dare equilibrio ma non è troppo impegnato, costringe al rosso Rogero)

Mertens 6: fallisce un gol non da lui, si propone su tutto il fronte d’attacco ma non ha la lucidità dei tempi migliori.

Ounas 6,5: in gol alla prima da titolare in A, verticalizzazioni veloci e bello stile di corsa e di gioco, si è sacrificato con dei lunghi ripiegamenti andando ad inseguire Lirola. Per poco non trova il raddoppio.

(dal 51’ Insigne 7: controllo fantastico e bella idea quando cerca di sorprendere Consigli su verticalizzazione di Albiol, poi l’eurogol alla Del Piero. Da quando Ancelotti lo ha liberato da compiti difensivi vive uno stato di grazia)

 

Ancelotti 6,5: Ne cambia 8 ma sono tutti motivati e non sfigurano di certo. Tante occasioni, alcune sbagliate ma la squadra c’è ed ha tutte le caratteristiche del suo allenatore. Il 4-4-2 da maggiore compattezza e quando c’è da correre ai ripari lui cambia e fa sempre scelte saggie

Rispondi