Home Eventi Paolo Caiazzo: “NON MI DIRE TE L’HO DETTO”. Dall’8 al 17 Marzo...

Paolo Caiazzo: “NON MI DIRE TE L’HO DETTO”. Dall’8 al 17 Marzo 2019 Teatro Augusteo – Napoli.

335
0
SHARE

“Non mi dire te l’ho detto”.  Oggi non sei al passo con i tempi se non sei “social”! È l’inevitabile progresso e, come  ogni innovazione,  ha i suoi effetti   collaterali. Le principali vittime sono gli adolescenti, che conoscono benissimo lo strumento, ma i loro genitori, perché le generazioni degli ‘anta’ sono quelle maggiormente in pericolo!

L’eterno piacere del corteggiare ed essere corteggiati trovano nuovi sviluppi con la rete e minacciano il già precario equilibrio dei coniugi Martinelli, Guglielmo, dottore mediocre, ma con un invidiabile collezione di scappatelle, è la facoltosa Raffaella, depressa e isterica per l’avvio Marsiglia dei ‘quaranta’ senza la gioia di una maternità. Grazie a un collega, il dottor Martinelli modifica il risultato delle analisi nascondendo la propria infertilità e riversando la causa sulla moglie. Per evitare una crisi matrimoniale che lo lascerebbe sul lastrico, Guglielmo cede all’idea di adottare un bambino straniero, convinto che la maternità di lei gli offa maggiore libertà di azione. Ma grazie ai social Raffaella scopre le sue pazienti amanti e decide di ripagarlo con la stessa moneta.

Intervista:                                                 -Paolo Caiazzo (attore-comico), nato a San Giorgio a Cremano, in provincia di Napoli, muove i suoi primi passi nel mondo del teatro a vent’anni, quando, nel 1987, inizia a frequentare la Bottega Teatrale del Mezzogiorno al Teatro Cilea. Ha partecipato a molte trasmissioni televisive e radiofoniche come: “Quelli che il calcio”, “Zelig off”, “Colorado Cafè Live”, “Bulldozer” e per tutti è Tonino Cardamone di “Made in Sud”.
-Paolo, tu hai raggiunto la vera notorietà con Made in Sud e Tonino Cardamone. Che messaggio vuole lasciare Tonino?
Tonino non ha un singolo messaggio, ma di volta in volta, cerca di vedere l’attualità ed i problemi dei nostri giorni da un’angolazione differente. Un po’ folle un po’ giullare e con l’alibi della pazzia non tiene a freno la lingua!

-“Non mi dire te l’ho detto” da chi/cosa prende spunto?
“Non mi dire te l’ho detto”, prende spunto dai social, da Facebook… Intrighi, tradimenti e malintesi!!!
“Non mi dire te l’ho detto” quasi uno scioglilingua è un tormentone all’interno della commedia e poi ne prende il titolo. È una “Social Comedy”, è la dimostrazione come l’’utilizzo maldestro dei social possa innescare una commedia degli equivoci e degli intrecci.

-Paolo , i tuoi obiettivi, il tuo futuro?
Altri progetti sono in cantiere ma, da buon scaramantico non li annuncio prima del consentito. Intanto vi aspetto dall’8 al 17 Marzo 2019 Teatro Augusteo – Napoli.

Rispondi