Home Calcio Posticipo Napoli – Sassuolo, azzurri alla ricerca dell’identità perduta

Posticipo Napoli – Sassuolo, azzurri alla ricerca dell’identità perduta

509
0
SHARE
Posticipo Napoli- Sassuolo, azzurri alla ricerca dell'identità perduta.

Posticipo Napoli Sassuolo, azzurri alla ricerca dell’identità perduta

Gli azzurri, in vista del posticipo con il Sassuolo sono al lavoro per preparare al meglio il match della quattordicesima giornata di serie A, in calendario lunedì alle 19 al San Paolo. Non ancora smaltita la delusione per lo 0 a 0 con la Dinamo in Champions, Sarri tenta di rifarsi in campionato per restare attaccato al treno delle outsiders della Juventus. In questo posticipo contro la formazione di Di Francesco, gli uomini di Sarri sono alla ricerca dell’identità perduta.

Il tecnico azzurro, per dare  una scossa ha in mente diverse novità di formazione: in difesa ci sarà Strinic in luogo di Ghoulam. A centrocampo Jorginho rileverà Diawara, mentre in attacco Gabbiadini giocherà al posto di Dries Mertens. Almeno queste sono le sensazioni, tuttavia, nulla è sicuro. Dal canto suo, Di Francesco, reduce dall’eliminazione della sua squadra in Europea League, si affida al suo classico 4-3-3 con la presenza dell’ex capitano azzurro Cannavaro dal primo minuto.

Per gli amanti delle statistiche, il posticipo tra la squadra azzurra e quella emiliana rappresenta la quarta sfida giocata in Campania, in passato infatti si contano tre precedenti in cui il Napoli  ha raccolto due vittorie ed un pareggio. Dunque  soltanto un punto,  per il Sassuolo, raccolto  nella sua prima apparizione allo stadio San Paolo. Era il campionato 2013/14 e la gara terminò col punteggio di 1 a 1 in virtù delle reti dello svizzero Dzemaili e dell’ex juventino Zaza.

Nei successivi due campionati invece, due sconfitte per la compagine neroverde, la prima per 2 a 0, con gol di Zapata e Hamsik, nel febbraio 2015 e la seconda per 3 a 1, grazie alle reti di Falcinelli su rigore per il Sassuolo e di Callejon, doppietta e Higuain per i padroni di casa, nel gennaio scorso.

Anche in Emilia ci sono stati tre precedenti tra emiliani e campani, con due successi del Napoli e uno del Sassuolo. Infine il match di lunedì in quel di Fuorigrotta sarà diretto da Valeri della sezione arbitrale di Roma.

Rispondi