Home Musica Quello che non si osa dire, Marika Pellegrini incide:” …e poi mi...

Quello che non si osa dire, Marika Pellegrini incide:” …e poi mi giro e vedo te”.

650
0
SHARE

Senza nulla togliere alla gravità della violenza maschile sulle donne, è giunto il momento di coniare un nuovo tema anche per il fenomeno opposto.
La “nostra” cultura dominante unidirezionale che procede per stereotipi e pregiudizi: la donna è quasi sempre docile, incolpevole, vittima e l’uomo quasi sempre carnefice ma ricordiamoci, l’uomo
è nostro padre, nostro fratello, nostro cugino…. Anche l’uomo dimostra una fragilità ma non consona allo stereotipo di virilità e forza ….allora spesso non è creduto; perché il cliché lo vuole capace di reagire al sopruso senza fare una piega.
Il centro di tutto non è l’uomo o la donna, ma la persona.
La cantante Marika Pellegrini 17 anni di Pretoro incide “….e poi mi giro e vedo te”.
L’ artista dichiara:
“Ho voluto incidere questa canzone, perché ascoltando tanta informazione sulla violenza sulle donne, nei tg e nei post di Facebook, ho pensato a mio padre, che è l’esatto contrario di quanto ascolto e leggo. Ho deciso così di dare la mia testimonianza nel modo a me più congeniale e cioè cantando, che gli uomini sono anche e soprattutto quelli come mio padre”.
….E poi mi giro e vedo te
Arrangiamenti di Ciro Barbato, etichetta discografica Pleiadi.
Il videoclip viaggia oltre le 80.000 visualizzazioni nel giro di 2 mesi.

Rispondi