Home Ssc Napoli Il tecnico azzurro mette in guardia i suoi, gara molto difficile

Il tecnico azzurro mette in guardia i suoi, gara molto difficile

268
0
SHARE
Il tecnico azzurro mette in guardia i suoi, gara molto difficile

Il tecnico azzurro mette in guardia i suoi, gara molto difficile

Il tecnico del Napoli, Maurizio Sarri, nella consueta conferenza stampa pre partita, ha presentato il match di Champions League con la Dinamo Kiev come una gara dalle tante insidie. Il tecnico azzurro pertanto ha messo in guardia i suoi, invitandoli a non prendere sottogamba l’avversario che, nonostante non abbia nessuna possibilità di poter accedere agli ottavi della massima competizione continentale, non farà la parte della vittima predestinata. Ma ecco le dichiarazioni rilasciate da mister Sarri:

“Non dobbiamo avere l’ansia da risultato ma pensare solo alla prestazione perché il risultato sarà una diretta conseguenza. Fuori casa tra campionato e Champions la Dinamo Kiev ha perso una sola volta, quindi è un avversario molto difficile e il giudizio non deve essere condizionato dall’attuale situazione di classifica del girone”.

“Dobbiamo ancora crescere nella fase difensiva, lo dicono i numeri, le prestazioni difensive nelle ultime partite sono migliorare però dobbiamo essere bravi a subire meno gol. Anche la rete di Udine era evitabile. Gabbiadini è tornato in gruppo ma essendo fermo da due settimane non giocherà dall’inizio. Ha fatto solo un allenamento con il gruppo vediamo ora come starà dopo altri due. La formazione? “Dipenderà dal livello di stanchezza che percepirò nei singoli giocatori. Diawara? Sta facendo bene, la sua scelta dipenderà anche dalle altre a centrocampo. Per quanto riguarda Albiol, devo valutare la sua autonomia, non penso possa avere già il ritmo partita, credo che necessiti ancora di allenamenti per ritrovare il passo giusto”.

Queste le parole del tecnico azzurro alla vigilia dell’importantissimo incontro con gli ucraini della Dinamo Kiev. L’undici napoletano ultimamente ha mostrato segni di crescita ma non è ancora al massimo della condizione, inoltre i vari infortuni hanno inciso non poco sul rendimento della squadra che ad inizio stagione aveva sicuramente un altro passo.  Ma per il momento occorre superare a tutti i costi l’ostacolo ucraino. Andare avanti in Champions League è fondamentale sia per la squadra che per la società, che in caso di qualificazione agli ottavi, si tufferebbe nel mercato di gennaio con molta disponibilità economica e con ben altri obiettivi.

 

 

 

Rispondi