Home Hi Tech Women in Technology (WIT).

Women in Technology (WIT).

253
0
SHARE

Il programma “Women In Technology” è nato per sostenere l’imprenditoria delle giovani donne nel settore delle nuove tecnologie, soprattutto nelle regioni italiane a più alto tasso di disoccupazione giovanile. In alcune regioni del Sud lavorano solo tre giovani su dieci, spiega Mirta Michilli, direttore generale della Fondazione Mondo Digitale. Con il modello di “Educazione per la vita” sviluppiamo competenze trasversali di autoimprenditorialità, consapevolezza di sé e problem solving per preparare le nuove generazioni ad affrontare con successo il mondo del lavoro. Un giubbotto che si riscalda con il freddo e si raffredda con il caldo; degli auricolari dotati di barometro interno per regolare e diminuire gli sbalzi di pressione in montagna o in aereo; un passeggino portatile che si chiude come una borsa; un sistema innovativo che permette di ridurre l’ingombro di due valige a una. Questi sono solo alcuni dei quattordici progetti del programma “Women in Technology” lanciato da “Fondazione Mondo Digitale” e “Costa Crociere Foundation”. Il progetto ha coinvolto circa 200 studentesse di Campania, Calabria, Sicilia e Lazio. Per oltre un anno le ragazze hanno lavorato allo sviluppo di un’idea di impresa dedicata all’esperienza di viaggio, realizzando prototipi nei fab lab e ricercando potenziali finanziatori attraverso campagne di crowdfunding sulla piattaforma Phyrtual.org.
La finale si è conclusa, con una giuria di esperti e professionisti.
I progetti vincitori:
1° classificato 2Bags, LSS Vito Volterra, Ciampino: sistema push pull per ridurre l’ingombro di due valige a una sovrapponendole in maniera semplice e pratica.
2° classificato Relax in Organization, IIS Finocchiaro Aprile, Palermo: un’App per migliorare le attività di orientamento e intrattenimento durante la crociera
3° classificato Take Coffee, IPSEOA Pietro Piazza, Palermo: caffettiera portatile realizzata in fibra di carbonio e acciaio, pratica e leggera, da portare sempre con te.
3° classificato: Stroller Bag, ISIS Tognazzi De Cillis, Napoli: un kit assemblabile prêt-à-porter per neonati
La giuria ha deciso di assegnare un premio speciale “miglior prototipo”: Be Your Power, Vito Volterra, Ciampino: Un Power bank che utilizza l’energia cinetica prodotta dal corpo per ricaricare il cellulare.

Rispondi