Sponsor by

Si è registrato un nuovo record di casi positivi nel nostro Paese: 170.844 in 24 ore, il numero più alto da inizio pandemia e con una crescita dei ricoveri in ben 17 regioni, per questo ci sono nuove decisioni sul tavolo del governo.
Scuola
La proposta delle Regioni prevede lo stop alla frequenza con un solo alunno positivo.
Il presidente della regione Campania, De Luca, vuole ritardare di qualche settimana il rientro in presenza.
Mario Draghi terrà il punto sulla situazione il 10 gennaio e probabilmente difenderà le lezioni in presenza, scegliendo di puntare su altre misure per limitare nelle prossime settimane i contagi. Il ministro dell’istruzione, Bianchi, sicuramente rivedrà il numero di contagi che faranno scattare la DAD. I governatori chiedono che, con i primi casi di positività, si evitino le ore di ginnastica e di musica e che sia obbligatorio l’uso delle mascherine ffp2 per tutti in aula.
Smart working
Il lavoro agile potrebbe essere una soluzione su cui il premier punterà.
L’idea è quella di intensificare lo smart working, ove possibile, non solo nel pubblico ma anche nel privato, senza intervenire con nuove norme e mantenendo il lavoro in presenza come prevalente (almeno il 50%), e indicando con una circolare le categorie di lavoratori pubblici cui permettere di aumentare il lavoro agile.
Super Green pass nei luoghi di lavoro

Almeno per ora, sembra essere accantonata l’idea di estendere il Green Pass nei luoghi di lavoro, che si ottiene con ciclo vaccinale completato o con guarigione dal Covid avvenuta entro 6 mesi.

Sponsor by