Sponsor by

Domani si giocherà la 29° giornata di campionato.
Milan sfida la Sampdoria, I rossoneri sono secondi in classifica con 59 punti, frutto di 18 vittorie, 5 pareggi e 5 sconfitte. Situazione meno favorevole invece per i blucerchiati si trovano invece al

10° posto a quota 35, con un cammino di 10 vittorie, 5 pareggi e 13 sconfitte. Il lunch match Milan-Sampdoria sarà trasmesso in diretta tv da Sky e andrà in onda sui canali Sky Sport Serie A e su Sky sport.
Probabili formazioni:
Lunga lista di indisponibili per Pioli, con diversi elementi out per infortunio: mancheranno infatti Calabria e Romagnoli in difesa, Rafael Leão, Mandzukic, Daniel Maldini in attacco e probabilmente Brahim Díaz. Ritorna disponibile invece Rebic, la cui squalifica è stata ridotta dopo il ricorso dei rossoneri. Ranieri si affiderà al 4-4-2 e avrà ai box soltanto due elementi: Ekdal e Torregrossaa.
Il Benevento invece ospiterà al Ciro Vigorito il Parma: la sfida è delicata per entrambe le squadre. Probabile ritorno al 4-3-1-2 con vocazione offensiva per le “streghe” che potrebbero giocare con Montipò tra i pali, le due punte, che saranno Lapadula e l’insostituibile Gaich, è ballottaggio tra Viola ed Insigne, col primo nettamente favorito. Roberto D’Aversa dovrà rinunciare ad alcuni uomini importanti, come lo squalificato Pezzella, ma dovrà anche fare i conti con i rientranti dalle Nazionali e le loro fatiche. Novità importanti in attacco dove insieme a Pellè dal primo minuto sarà disponibile anche Gervinho.
Il Napoli invece dovrà vedersela in casa con il Crotone. I rossoblù sono in estrema difficoltà in difesa, invece in fase offensive le risorsa alla squadra di Cosmi non mancano. Ahmad Benali è l’unico giocatore dell’attuale rosa del Crotone ad aver segnato contro il Napoli in Serie A TIM: nell’agosto 2016, il suo primo gol nel massimo campionato italiano con il Pescara al suo esordio nella competizione. Gattuso recupera Zielinski, finalmente risultato negativo, perde però Ospina perchè stamattina si è infortunato durante l’allenamento alla mano sinistra.
A Torino si giocherà invece il derby, anche se si rischia il rinvio: la causa ti tale evenienza sarebbe il focolaio di covid-19 scoppiato in Nazionale, con quattro membri dello staff azzurro che sono risultati positivi al tampone, il cui esito è stato comunicato solo dopo l’ultima partita degli azzurri di ieri sera in Lituania. Se dovesse disputarsi invece, potrebbe essere il match più complicato per entrambe le squadre. La squadra di Nicola finalmente riottine anche N’koulou, finalmente negativizzato, l’ultimo degli 8 giocatori che si erano contagiati, costringendo l’Asl a fermare il Toro per due partite. Ma, al di là del fatto che difficilmente N’koulou sarà già pronto per partire da titolare, a preoccupare Davide Nicola sono due giocatori, ovvero Mandragora e Sirigu, che sono stati impegnati con la Nazionale italiana di Roberto Mancini: potrebbero essere contagiati anche loro a seguito del contagio in Nazionale. Per Sirigu, addirittura, il rischio di saltare il derby è doppio, perché il portiere granata non ha giocato – come era previsto – contro la Lituania per un problema alla schiena. In caso di assenza, tra i pali dovrebbe giocare dal 1′ Vanja Milinkovic Savic, o addirittura il terzo portiere Samir Ujkani, l’unico che non è a rischio contagio visto che era già risultato positivo al coronavirus nella scorsa pausa nazionali, a novembre 2020.“
Situazione complicata per la Juve che avrà difficoltà con la formazione. Nelle rispettive

nazionali sono stati contagiati sia Bonucci sia Demiral, e quindi in difesa Pirlo può contare su due soli centrali, de Ligt (che ha già fatto il covid) e Chiellini, che è rientrato a Torino dopo la prima partita con la Nazionale e dovrebbe aver evitato il contagio. Nessun problema al momento per Cuadrado, Alex Sandro (entrambi già positivi) e Danilo, a disposizione anche Frabotta reduce dall’impegno con l’Under 21. Mancherà anche Arthur, ancora alle prese con una dolorosa calcificazione tra tibia e perone della gamba destra. Il brasiliano, peraltro, è uno dei calciatori che – insieme a Dybala – hanno partecipato la scorsa notte a una festa in casa di McKennie, per la quale sono scattate le multe per assembramento: e non è affatto escluso che la Juve punisca i 3 giocatori con ulteriori sanzioni ed escludendo McKennie e il rientrante Dybala dai convocati per il derby. In porta la situazione non è meno complicata: sicuramente assente Gigi Buffon, squalificato in seguito all’accoglimento del ricorso della FIGC dopo la “assoluzione” da parte del Giudice Sportivo per le bestemmie pronunciate da Buffon nella partita dello scorso 19 dicembre con il Parma. Potenzialmente a rischio anche Szczesny, visto che anche nella nazionale della Polonia è scoppiato un focolaio di coronavirus. Se anche Szczesny dovesse risultare positivo, in porta giocherebbe il terzo portiere Carlo Pinsoglio, che collezionerebbe così la sua quarta presenza con la maglia della Juve.“

La giornata si chiuse con lo scontro, previsto alle 20.45 tra Bologna e Inter. I rossoblù arrivano da due vittorie contro Sampdoria e Crotone. Nella conferenza stampa della vigilia, Mihajlovic ha preso di petto anche l’amico Roberto Mancini, ct azzurro. Nella fattispecie per le tre tribune di Soriano in nazionale: “Non me lo aspettavo, forse non è attento alle vicende del Bologna come dite. Soriano in questo campionato è il miglior centrocampista per rendimento e va tre volte in tribuna, mentre ho visto in campo altri che hanno fatto due o tre partite in campionato. Era meglio rimanesse qua con noi. Ha trent’anni, non è un ragazzino: l’Italia giocava contro nessuno, almeno una volta in panchina poteva portarlo. Comunque il bologna può tirare un respiro di sollievo e schierare Soriano, risultato negativo al covid-test. Antonio Conte recupera due giocatori importanti nello scacchiere negativizzati dopo aver contratto il virus: Samir Handanovic e Stefan De Vrij. Il primo si sta allenando da diversi giorni, mentre il secondo solo due giorni fa ha ricevuto tampone negativo e potrebbe non essere pronto per giocare dall’inizio. il tecnico salentino dovrebbe schierare Handanovic in porta, Skriniar, Ranocchia, al posto di De Vrij e Bastoni in difesa, in mediana Hakimi e Perisic esterni, Brozovic sarà in regia con Barella e Gagliardini a supporto. In avanti inamovibili Lukaku e Lautaro.

Sponsor by