Sponsor by

Ieri è  terminata la 29° giornata di campionato. Il Milan ha ospitato la Sampdoria e il match è stato ricco di sorprese. Si ci aspettava che il Milan cercasse di difendere il secondo posto e distanziare gli altri, oltre che inseguire l’Inter. Invece la partita è stata piatta durante il primo tempo, se non per qualche ammonizione. Inizio secondo tempo, al 57′ invece ci pensa Quagliarella a sbloccare la partita, ma Adrien Silva è costretto ad abbandonare il terreno a seguito dell’ammonizione. Quando ormai si pensava la vittoria fosse della Sampdoria, il Milan rimonta grazie ad una rete di Hauge, che permette almeno di chiudere il match 1-1.

Atalanta-Udinese invece è stata una partita avvincente ricca di goal. L’atalanta infatti inizia benissimo con un goal che arriva già al 19′ siglato da Muriel che non contento, al 43′ ne mette a segno anche un altro, portando la squadra di casa sul 2-0. Tuttavia, l’Udinese per evitare di chiudere il primo tempo in netto svantaggio, cerca di rimediare grazie al goal di Pereyra al 45′. Il secondo tempo inizia in maniera scoppiettante, Zapata al 61′ gonfia la rete e porta l’Udinese al 3-1. Dura appena dieci minuti la tregua, infatti Larsern segna il goal del 3-2 e cerca di avvicinare l’Udinese al pareggio che purtroppo non c’è stato. Si chiude quindi 3-2 con i tre punti preziosi per l’Atalanta che riesce a consolidare il terzo posto in classifica.

Sperava nella vittoria il Benevento, ma il Parma ha saputo difendersi e strappare il pareggio. Il primo goal è stato messo a segno dallo stregone Glik al 23′ chiudendo il primo tempo in vantaggio. Arriva poi la rete di Kurtic al 55′ che porta il Parma al pareggio. Segue al 67′ Ionita che sigla il 2-1, per i padroni di casa. Ma proprio sul finale all’88’ Man segna il goal che pareggio, strappando la vittoria al Benevento.

Il Verona batte 0-2 il Cagliari, grazie ai goal di Barak al 54′ e Lasagna al 90′.

Genoa-Fiorentina termina invece in parità, 1-1. Destro porta subito i padroni di casa in vantaggio con un goal al 13′, su assist di Scamacca. E dopo 10 minuti, ci pensa Vlahovic a segnare il goal del pareggio. E anche se dal 51′, i viola sono costretti a giocare con un uomo in meno, a seguito dell’esplusione di Ribery, il Genoa non riesce ad approfittarne per portarsi in vantaggio.

La Lazio è stata messa molto in difficoltà dallo Spezia. Il primo tempo si conclude con molte azioni fatte da ambo le squadre, che tuttavia non concretizzano e due ammonizioni. Il secondo tempo invece, inizia subito in maniera scoppiettante grazie al goal del laziale Lazzari al 56′. Ma Verde porta la squadra ospite al pareggio, segnando un goal al 73′. Il match però si chiude all’89’ con il goal di Caicedo su rigore, concedendo così ai padroni di casa di intascare i 3 punti. Al 90′ la tensione sale, con il rosso dato a Lazzari e il doppio giallo di Correa, che a ridosso dalla fine sono costretti ad abbandonare il campo.

Il Napoli la spunta sui calabresi ma con un po’ di fatica e tanti goal. Al 19′ Insigne porta gli azzurri in vantaggio e dopo soli 3 minuti arriva anche il goal di Osimhen, che porta il Napoli subito sul 2-0. Il Crotone si riprende al 25′ con il goal di Nwankwo. Dura poco la speranza del Crotone di pareggiare nel primo tempo, infatti al 34′ Mertens gonfia la rete, facendo in modo che i padroni di casa chiudano il primo tempo in netto vantaggio, con un bel 3-1. Ma il Crotone si presenta agguerrito nel secondo tempo, e mette a segno ben due goal: prima Nwankwo al 48′ (doppietta per lui), poi Messias al 59′, dunque nei primi quindici minuti del secondo tempo, la squadra ospite accorcia le distanze e si pone in pareggio con un 3-3. Fortunatamente ci pensa Di Lorenzo a risolvere la partita in favore degli azzurri, segnando al 72′ il quarto goal. Quello decisivo. Quello della vittoria, che porta il Napoli al quarto posto, spalla a spalla con la Juve e la voglia di raggiungere il podio.

La Roma pareggia invece al Mapei stadium. Iniziano bene i giallorossi con il goal di Pellegrini al 26′. Tuttavia al 57′ arriva il pareggio dei padroni di casa, grazie al goal di Junior Traore. Al 69′ il vantaggio della Roma su goal di Peres, ma non dura molto arriva subito la rimonta dei padroni di casa all’85’ con la rete messa a segno da Raspadori.

Anche la Juve non riesce a portare a casa i tre punti nel derby: continua la discese della squadra di Andrea Pirlo, che ormai concretizza poco e anche male. Al 13′ inizia bene la squadra ospite con il goal di Chiesa che fa ben sperare. Ma tali speranze vengono spazzate subito via dalla rete di Sanabria, che porta il match in parità. Non contento lo rifà Sanabria al 46′ , mettendo a segno la doppietta e portando il toro in vantaggio. Salva la situazione ed evita la sconfitta il solito Ronaldo al 79′, ma più di così la Juve non fa e la partita termina semplicemente in parità che lascia non poco amaro in bocca ai bianconeri.

Si conclude la Giornata con la partita tra Bologna e Inter. Match non particolarmente entusiasmante che si chiude con la vittoria dei neroazzurri di misura, con goal di Lukako che porta l’Inter a vincere 0-1 sui bolognesi.

Sponsor by