Sponsor by

Il maltempo provoca ancora vittime,alluvioni, nubifragi, case franate, dispersi e trombe d’aria.
E cosi il maltempo torna a mettere in ginocchio il Nord Italia, e in particolar modo il levante della Liguria. Mentre a Genova una tromba d’aria con raffiche di vento a più di cento chilometri all’ora ha fatto volare e cadere alcuni container di una ditta nel porto, a Carasco (nell’entroterra di Chiavari)dove è crollata una abitazione.
Anche per oggi la Protezione civile ha emesso un bollettino di “criticità rossa per rischio idrogeologico su gran parte della Liguria e, in Toscana, sul bacino del Magra, la Versilia e le isole dell’arcipelago toscano ” quindi l’allerta di livello 2.
Durante la notte una violenta frana si è abbattuta tra Leivi e Carasco, in Val Fontanabuona. Dopo il salvataggio di due donne, sono stati individuati i cadaveri di due persone che risultavano disperse nei pressi di una casa crollata.
I corpi sono di Carlo Arminise e Franca Iaccino, marito e moglie pensionati, sono stati trovati davanti all’abitazione forse mentre cercavano di sfuggire alla catastrofe che stava avvolgendo la città.
Continua senza fermarsi il lavoro dei vigili del fuoco nelle frazioni che rimangono isolate per le frane. Secondo le prime rilevazioni, su Chiavari sono cadute oltre 200 millimetri di pioggia in poche ore. Nuovamente operativi entrambi i binari della linea Genova-La Spezia, interrotta ieri sera a causa della frana.
Il presidente della Regione Liguria ha chiesto l’intervento dell’Esercito Italiano chiedendo anche al governo un intervento immediato: “Ci dia risposte significative e urgenti: se non si dà una mano a imprese e famiglie le attività economiche non riaprono. Noi abbiamo dato fondo alle nostre risorse con 50 milioni. Al ministro dell’Ambiente Galletti dico: non facciamo giochetti, dica se darà una mano o no a famiglie e imprese”.

Lidiana Iocco

Sponsor by