due-emme banner

18 capi di Stato saranno presenti allo stadio per la cerimonia di apertura delle olimpiadi di Tokyo.
Dinnanzi a loro sfileranno le delegazioni di 205 paesi.
Per quanto riguarda l’Italia ci saranno i portabandiera Elia Viviani e Jessica Rossi con la tuta realizzata da Giorgio Armani che richiama i colori della bandiera italiana e quella giapponese.
Una cerimonia semplice e sobria, che ricorderà il periodo difficile che l’umanità, il mondo, e lo sport, sta vivendo da circa un anno e mezzo.
Da quanto emerge dai giornalisti presenti alle prove generali: lo spettacolo comincia con un uomo solo al centro dello stadio. L’artista apparirà all’inizio ripiegato su sé stesso, poi si alzerà in piedi e si distenderà in tutta la sua altezza per simboleggiare il ritorno alla vita. Nel maxi schermo saranno trasmesse le immagini degli atleti che si allenano nelle proprie case con vogatori o tapis-roulant, per ricordare che gli sportivi presenti ai giochi olimpici si sono dovuti in gran parte allenare da soli per via dei lockdown.
Saranno 950 le persone presenti alla cerimonia di apertura dei XXXII Giochi olimpici a Tokyo.
Presente il presidente francese Macron e la first lady Usa Jill Biden.
Per il Giappone ci sarà l’imperatore Naruhito, che darà il via alle Olimpiadi, il primo ministro Yoshihide Suga e la presidente di Tokyo2020 Seiko Hashimoto. Non sarà presente l’ex premier Shinzo Abe.