Sponsor by

Andrea Iannone in un’intervista rilasciata alla testata spagnola Mela Chércoles, ha parlato della sua attuale situazione e del suo stato d’animo, in un periodo per lui per nulla facile. Il motociclista infatti è stato costretto a cambiare vita a seguito della squalifica di 4 anni subita per l’uso di doping e quindi il conseguente stop nella MotoGP. Andrea ha rivelato di stare facendo di tutto per cercare di non pensare a quanto successo, anche se è difficile. “È come se avessi qualcosa dentro di me che mi uccide pian piano”, ha affermato. Ci è andato giù pesante il campione abruzzese, che nell’intervista ha dichiarato: “Quando uno è un pilota lo è per sempre. E io mi sento ancora tale. Più che mai. La moto mi manca ogni giorno, non mi lasciano più fare quello che sapevo fare meglio”, ha aggiunto. Se il suo pensiero si fissasse solo sulle cose negative, rischierebbe di “impazzire” o addirittura di “uccidersi”. “Prima di andare a letto ogni sera e quando mi alzo ogni mattina, mi sento un motociclista e mi alleno come un pilota. Vivo come se fossi un pilota. Ma senza correre. Mi manca ma non posso continuare a pensare solo a quello, perché altrimenti mi uccido o impazzisco completamente”, ha concluso. Probabilmente, proprio per distrarsi e allontanare i pensieri negativi che Iannone ha deciso di accettare l’invito di Milly Carlucci e quindi partecipare al programma “Ballando con le stelle“, in prima serata tutti i sabati su Rai1.

Sponsor by