Sponsor by

Questa mattina a Palazzo Chigi, blitz degli studenti dell’Unione degli Universitari e della rete degli studenti medi per protestare contro il Jobs act. “Ieri sera il Governo ha approvato il Jobs Act – afferma Gianluca Scuccimarra, coordinatore nazionale dell’Udu – una riforma che invece di sostenere i giovani nel loro percorso lavorativo non fa altro che precarizzare ulteriormente il lavoro. Il Governo Renzi ha promesso una riforma che garantisse diritti a chi oggi non ne ha, ma in realtà il contenuto del Jobs Act, dai voucher alla mancanza di ammortizzatori universali, aumenterà la precarietà senza garantire nessuna tutela a chi entrerà nel mercato del lavoro. Una riforma portata avanti a colpi di fiducia e deleghe, senza ascoltare i giovani e rifiutando il confronto”.
Concorda con lui Alberto Irone, portavoce della Rete degli studenti medi: “La condizione sociale dei giovani non può essere usata come uno slogan mediatico dal Premier, bisogna dare risposte vere a una generazione che vive l’incubo della precarietà e dell’assenza di futuro. Una generazione che si mobiliterà a partire dal 10 Ottobre per dire che è la “Grande Bellezza” di questo Paese e che ha fame di diritti e cambiamento”. Gli studenti ricordano l’appuntamento di domani in oltre 80 piazze italiane, con cortei: “per raccontare la scuola che vogliamo”. “Jobs act, non me lo posso permettere” questo il messaggio sullo striscione mostrato dai ragazzi a Roma.

Sponsor by