Sponsor by

Champions League: Il Napoli alla ricerca della sua vera identità in Turchia

Il punto di Armando Paulillo

Nel tardo pomeriggio di oggi gli azzurri saranno impegnati nella prima giornata di ritorno del girone B della Champions League, ad Istambul, dove allo Stadio Vodafone Arena si troveranno di fronte nuovamente il Besiktas, già vittorioso per 2 a 3 nella gara di 14 giorni fa, al San Paolo di Napoli. La squadra ha preparato questo delicato match di Champions League con la massima concentrazione per evitare che si ripetano gli ultimi risultati negativi, figli di troppi errori individuali.

Tutto il gruppo, nell’ultimo allenamento prima della partenza per la Turchia ha ostentato grande voglia di reagire dopo il k o di Torino. Tra gli azzurri è apparso molto affaticato Dries Mertens che probabilmente è stato chiamato ad un duro lavoro nel ruolo di falso centravanti.  Pertanto Sarri ad Istanbul, lo terrà in panchina preferendogli Insigne nel ruolo di esterno sinistro. Intanto tornerà in campo Gabbiadini che si riprenderà il ruolo di prima punta per guidare l’offensiva azzurra contro il Besiktas. Già nel match di andata, l’attaccante bergamasco andò a segno, su rigore, realizzando la rete del provvisorio pareggio per 2 a 2.

Quindi con una magnifica rovesciata infilò il portiere turco, ma il gol fu annullato per un fuorigioco,  rivelatosi poi inesistente.  Riguardo la formazione il tecnico azzurro ha ancora dei dubbi. In difesa Chiriches e Maksimovich si contendono una maglia, al fianco di Koulibaly. Sulla linea mediana, Diawara sembra essere preferito nuovamente a Jorginho, mentre Zielinsky potrebbe prendere il posto di Allan, con Hamsik a completare il centrocampo.  In attacco abbiamo già detto del ritorno i Gabbiadini che formerà il tridente con Callejon ed Insigne.

Dal canto loro i turchi rispettano il Napoli, consci del suo valore ed attenderanno le mosse degli azzurri senza scoprirsi più di tanto ma gli uomini di Sarri non intendono compromettere la qualificazione agli ottavi di Champions League, per cui venderanno cara la pelle.

Sponsor by