Sponsor by

dc0c54edc45dabd5d1ec5cb2c6acf5ff-ko2D-U10601434672568OeB-700x394@LaStampa.itNAPOLI – Nicola B., il poliziotto ferito ieri sera a Napoli, in via Leopardi, durante un conflitto a fuoco con alcuni pregiudicati, è in condizioni delicatissime. Il sovrintendente in servizio presso la Squadra mobile di Napoli è ricoverato in Rianimazione all’ospedale Cardarelli.
Il proiettile andato a segno gli ha tranciato la giugulare ed ha indotto i medici a non eseguire immediatamente l’intervento chirurgico che in un primo momento era stato preso in considerazione.
Secondo il Mattino, l’operazione è stata poi eseguita all’ospedale Loreto Mare, dove è stato estratto il bossolo, per poi trasferire il degente all’ospedale Cardarelli per ulteriori esami. Le sue condizioni vengono ritenute ancora molto gravi.
Intanto le indagini proseguono così come prosegue la caccia ai due uomini che hanno aperto il fuoco contro i due agenti che ieri sera erano in servizio a Fuorigrotta, impegnati in un delicato intervento antiestorsione nel quartiere.
Per ora è stata fermata una persona dagli agenti della Polizia di Stato nell’ambito delle indagini su quanto avvenuto: si tratta di un 28enne di Napoli, con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio e stupefacenti, indagati per reati di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso. È ricercata un’altra persona, complice del fermato.

Giuseppe Martino

Sponsor by