Sponsor by

Il risultato lascia tutto aperto, il finale è tutto da guadagnare nel ritorno tra una settimana a Bergamo.

Il Napoli è stato esageratamente difensivo e la partita non è piaciuta al presidente De Laurentis, deluso anche dal rendimento della squadra nell’ultimo mese. Gattuso ha proprio attuato una rivoluzione tattica. Un Napoli molto più accorto, con un 3-4-3, con l’intenzione di confrontarsi quasi a specchio con l’Atalanta. La partita per il Napoli è stata sofferente, poiché l’Atalanta ha continuato a fare il suo gioco fatto di intensità, di movimenti armonici, dei soliti inserimenti dei difensori che hanno creato apprensione nella retroguardia azzurra. Nel primo tempo, la squadra di Gasperini ha sprecato occasioni a ripetizione e questo ha fatto infuriare l’allenatore in panchina. Nemmeno la girandola di cambi del secondo tempo (ElmasZielinskiPetagna e Osimhen) ha dato una scossa al Napoli, che ha subito la maggiore pressione dell’Atalanta, Gasperini ha giocato anche le carte Ilicic (inizialmente in panchina), Pasalic e Lammers (fuori Pessina, Muriel e Zapata) ma non è riuscito a scardinare il fortino eretto da Gattuso. Nessun gol decisivo, se ne riparla quindi tra una settimana a Bergamo.

Sponsor by