due-emme banner

L’emergenza Coronavirus continua ma ci sono i primi segnali che fanno sperare che la strada intrapresa è quella giusta. Dal sito Gimbe apprendiamo l’aggiornamento relativo al 13 marzo 2020 ore 18.00 dalla Protezione Civile e dal Ministero della Salute

Mentre da un lato abbiamo il grafico che indica l’incremento netto dei contagi con una ripidità della curva anche piuttosto pronunciata

Dall’altro c’è un dato che fa sperare: come si vede dal grafico la percentuale dei contagi comincia a diminuire da quando sono state messe in atto da parte del governo le misure restrittive per evitare il contagio.

Se è vero come è vero che la percentuale è influenzata ovviamente anche dal numero del campione, in quanto aumentando il numero dei contagi ci si attende che la percentuale si abbassi (la percentuale alta di un numero piccolo è meno importante della percentuale bassa di un numero molto grande) ma quello che si può notare è il trend percentuale che è in netto calo.

Ciò lascia pensare che si è sulla giusta strada per evitare la grandissima diffusione del COVID – 19 come è avvenuta in Lombardia che costituisce più della metà del campione italiano.

Ed allora vediamo nel dettaglio le province più colpite in Italia:

Infine notiamo il grafico percentuale dei casi di infezione da Coronavirus in Italia  suddivisi per setting assistenziale (isolamento domiciliare, ricovero ospedaliero, ricovero in terapia intensiva) e la percentuale di pazienti guariti e deceduti.