Sponsor by

Le novità legate alla privacy di WhatsApp che dovevano entrare in vigore l’8 febbraio sono state rinviate al 15 maggio.

Gli utenti che non accetteranno le novità della privacy non potranno né scrivere né leggere nuovi messaggi. La società intende integrare lo stesso aggiornamento che aveva annunciato improvvisamente a gennaio, ma si è presa più tempo per spiegarlo agli utenti. L’accettazione resta facoltativa ma non accettarla significa non poter utilizzare l’applicazione. Saranno etichettati come utenti inattivi e i profili di questi utenti “vengono generalmente eliminati dopo 120 giorni di inattività” specifica la società sul sito ufficiale. La decisione di WhatsApp ha spinto molti utenti verso altre applicazioni di messagistica istantanea è chiaro che WhatsApp però mantiene una fortissima base di utenti: è usata da oltre due miliardi di persone; averne forse perse qualche decina di milioni di utenti non ha impattato la sua posizione. L’aggiornamento di tali termini non dovrebbe riguardare i cittadini europei. WhatsApp nelle ultime ore ha inoltre chiarito cosa accadrà agli utenti che non intendono accettare i nuovi termini. Questi utenti potranno continuare a ricevere chiamate vocali e videochiamate, ma potrebbero non poter accedere ai messaggi in chat.

Sponsor by