Sponsor by

E’ Annalisa Fiscarelli la Venere d’Italia 2015, vincitrice del concorso di bellezza ideato dal giovane fotografo napoletano Pietro Cortese e promosso da Luigi Bombardiere, dirigente di banca, che si è tenuto a Crotone, al Casarossa Resort. Annalisa ha 20 anni, è alta 1,70 ha i capelli castani, gli occhi castani, studia Marketing e organizzazione d’impresa e, appena è stata incoronata, non è riuscita a trattenere qualche lacrima di commozione, “per me è già importante essere arrivata fino a qui, tra tante bellissime ragazze”, aveva commentato poco prima che arrivasse il verdetto.
La Venere d’Italia 2015, è stata incoronata da Luigi Bombardiere che ha posto sul capo della Miss la corona realizzata in esclusiva dal Maestro Orafo Gerardo Sacco, che ha dedicato al concorso un’opera unica e irripetibile. A decretare la vittoria una giuria di esperti presieduta da Raffaele Carrella, esperto di marketing, che ha visto imprenditori nel settore del fashion, la fashion blogger Mariapia Della Valle, Luigi Bombardiere, l’avvocato Giuseppe Gallo, Adelmo Laino, Alfonso Gaetano e il dr. Massimo Tricoli.
Si ispira a valori aulici la competizione, che riprende il nome della dea romana della bellezza, Venere, che etimologicamente deriva da venus che in latino significa amore, desiderio, bellezza, leggiadria, avvenenza.
Il senso più puro della bellezza quello al quale miravano gli organizzatori, coadiuvati dal coreografo Alessandro Pannone, che hanno mirato alla bellezza vera, autentica. Le concorrenti sono state giudicate dalla giuria senza trucco, sfilando con i tacchi prima, e senza tacchi poi; successivamente si sono presentate e hanno parlato della propria vita, delle proprie aspirazioni, e mostrato il proprio talento, nella danza, nella recitazione, se volevano.
La serata della finale, presentata da Sveva Sicoli e Antonio Gentile, è stato un vero e proprio fashion show, le concorrenti hanno sfilato per gli stilisti emergenti: Tiziana Pansino, Maria Ambroggio, Serenella Costa e Antonio Mazza.
La seconda classificata, con il titolo di “Venere Cinema” è Ylenia Lo Meo, è siciliana, ha 20 anni, si è distinta per il suo carattere determinato e ha stupito la giuria con un monologo e una prova di improvvisazione. La terza classificata, con il titolo “Venere Aghe Mare” è Valentina Facs, romana di origini moldave, alta 1,75 occhi e capelli castani.
Le altre fasce attribuite dalla giuria sono: “Venere Magna Grecia” Arianna Bollino, “Venere Moda” Inna Carajeleasov, “Venere Eleganza” Victoria Cantoreanu, “Venere Spettacolo” Evelyn Franco”, “Venere Fotogenia” Deborah De Giovanni, “Venere Fotomodella” Deborah Granillo, “Venere Tv” Emanuela Romito, “Venere Fitness” Maddalena Nicolella, “Venere Sorriso” Zahra Neddal, “Venere Simpatia” Mariella Gugliotta, “Venere Re Drink” Giusy Ciaccia, “Venere Gitom” Denise Leto.
Non solo giuria, il concorso, riconoscendo il grande potere dei social ha proposto la fascia “Miss Web” che è stata decisa dagli utenti di face book, che hanno espresso la loro preferenza con un LIKE, decretando “Venere Web 2015” Roberta Palazzotto.

Sponsor by