Sponsor by

I ministri degli Esteri della Ue, riuniti oggi a Lussemburgo, discuteranno le giuste misure per aiutare i Paesi dell’Africa occidentale colpiti dall’Ebola e preparare una risposta comune dell’Ue contro la diffusione del virus.
“Il Consiglio Ue Affari esteri – spiega Catherine Ashton, alto rappresentante Ue per gli Affari esteri,- rifletterà su come affrontare questo problema molto complesso, un problema che non può essere sottovalutato. Il virus “potenzialmente può arrivare ovunque nel mondo. Dobbiamo essere certi di fare tutto quanto è necessario e saranno esaminate tutte le proposte”. L’emergenza Ebola sarà dunque affrontata dai ministri degli Esteri come primo punto all’ordine del giorno.
Anche il ministro inglese Philip Hammond riflette su come aiutare gli Stati africani vittime del contagio: “L’Unione europea dovrebbe stanziare un miliardo di euro per affrontare la grave crisi sanitaria legata all’epidemia africana del virus Ebola. Si tratta di un investimento che vale la pena fare, abbiamo una finestra molto stretta” per riuscire a “prevenire la diffusione incontrollata”. La proposta inglese è stata formalizzata nei giorni scorsi in una lettera del premier David Cameron agli altri leader europei in vista del vertice di giovedì e venerdì prossimo, ma se ne discuterà anche oggi al Consiglio Esteri. “Serve una risposta efficace a una crisi grave – ha spiegato Hammond prima dell’inizio della riunione a Lussemburgo – Dobbiamo bloccare la diffusione del virus, acquistando letti e fornendo mezzi per l’isolamento e il corretto trattamento dei malati nei paesi colpiti”.

Sponsor by