Sponsor by

La Corte d’Appello di Milano ha confermato la condanna a 9 anni di carcere di Robinho per violenza sessuale di gruppo risalente al 2013.

Il fatto risale al 23 gennaio 2013, quando l’attaccante brasiliano vestiva ancora la maglia del Milan. Lui e altre cinque persone avrebbero abusato di una ragazza albanese presso il guardaroba della discoteca milanese Sio Cafè. Lei in quella serata festeggiava i 23 anni e già conosceva Robinho, che assieme ai suoi amici l’ha fatta bere alcolici fino a renderla incosciente e incapace di opporsi, secondo quanto affermato dal pm.

La ragazza ha denunciato lo stupro sei mesi dopo. Si è costituita parte civile e in aula ha pianto al momento della lettura della condanna. Il calciatore e l’amico Ricardo Falco, anche lui condannato a nove anni (gli altri si sono resi irrintracciabili), dovranno versarle una provvisionale di 60 mila euro, in attesa che un tribunale civile quantifichi l’esatto valore del risarcimento economico a suo favore.

L’ex giocatore del Milan può ancora ricorrere alla Corte di Cassazione.

Sponsor by