Sponsor by

Questa mattina in Campidoglio si è tenuta la cerimonia per la trascrizione dei matrimoni gay contratti all’estero. “Il diritto naturale dice che ci si sposa quando ci si ama”. Cosi’ Jeff e Domenico, uniti da 27 anni e sposati in Belgio da 6, sintetizzano così le emozioni:”Una grande festa di civilta’” parlano Gianfranco e Tommaso, che annunciano: “se il prefetto annullera’ le trascrizioni sara’ solo l’ennesimo atto contro la storia, noi lotteremo per difendere i nostri diritti sanciti anche dall’Europa e siamo destinati a vincere”. Anche il sindaco di Roma, Ignazio Marino, che si e’ detto “emozionato” per aver officiato al rito delle trascrizioni, ammonisce: “Chi dice che l’omosessualita’ non e’ naturale dovrebbe studiare e leggere cosa scrive l’Oms, che ha registrato il consenso unanime di tutti sul fatto che l’omosessualita’ e’ un orientamento assolutamente normale e che la percentuale delle persone che esprime cosi’ il proprio amore e’ il 10%, circa 600mila milioni nel mondo”. Il suo dunque, “non e’ stato un atto di disobbedienza civile ma di intelligenza civile, che non intende sfidare nessuno su un concetto come il riconoscimento dell’amore”, ha aggiunto il primo cittadino. Oggi in Campidoglio “c’era anche una coppia di cui un componente era transessuale e che per l’anagrafe e’ un uomo, che dunque ha visto trascritta la propria unione”, ha riferito l’assessore capitolino alla famiglia, Alessandra Cattoi.

Sponsor by