Sponsor by

Il pubblico ridotto, accorso al tracciato di Monza per il Gran Premio d’Italia è stato ripagato di uno spettacolo atipico. Nessuno, infatti, si immaginava ad inizio campionato una vittoria McLaren, figurarsi una doppietta con Daniel Ricciardo davanti al compagno Lando Norris. Terzo, Valtteri Bottas, partito ultimo.

Alla partenza Ricciardo, scattava benissimo sfruttando al meglio la seconda posizione per effetto della bella prestazione nella qualifyng race del sabato beffando Verstappen alla prima variante. Alle sue spalle c’è Verstappen, poi Norris ed Hamilton. Le posizioni restano congelate fino alla fase dei pit stop.

Al momento della sosta di Verstappen un errore del team RedBull durante il cambio gomme rimette tutto in discussione. Hamilton provava ad approfittarne anticipando la sua sosta. All’uscita dai box il campione britannico si trovava ai ferri corti con Verstappen. I due arrivavano affiancati alla prima curva. Nessuno dei due mollava, ma la variante era stretta e finiva con la RedBull che saliva pericolosamente sulla Mercedes finendo entrambe la propria corsa nella ghiaia.

Un incidente che necessitava dell’ingresso della safety car. Alla ripartenza, la Ferrari di Leclerc, per effetto del vantaggio di effettuare il cambio gomme in regime di bandiera gialla si trovava in seconda posizione. Ma la felicità del team Ferrari durava poco. Alla ripartenza il monegasco veniva superato sia da Perez con una manovra non proprio corretta che da Bottas.

Per effetto della manovra scorretta su Leclerc il messicano della RedBull veniva punito con cinque secondi di penalizzazione che gli avrebbero fatto perdere la posizione sul podio finendo quinto alle spalle proprio di Leclerc. L’altra Ferrari, quella di Sainz, terminava la sua modesta gara in settima posizione.

Peccato per il nostro portacolori Giovinazzi con L’Alfa Romeo. Dopo una bella partenza il pilota italiano ha attaccato con troppa foga Leclerc. L’italiano usciva di pista e rientrando in modo garibaldino prendeva in pieno Sainz avendo la peggio. A seguito dell’urto contro le barriere Giovinazzi era costretto ad una sosta ai box per la sostituzione dell’ala compromettendo la sua gara.

Nelle posizioni di rincalzo buona la prestazione dell’Aston Martin con il settimo posto di Lance Stroll. Questo, mentre il suo compagno Vettel finiva nel traffico e prendeva botte da tutti nelle retrovie. Gara consistente anche della Alpine che porta due monoposto nei punti con Alonso ottavo e Ocon decimo. Eccellente invece la gara per George Russel in nona posizione con una Williams che ha sfruttato al meglio la potenza della motorizzazione Mercedes.

Alla luce dell’incidente successo tra Hamilton e Verstappen, quest’ultimo ne ha tratto un beneficio maggiore in ottica mondiale. Con uno zero per entrambi l’olandese tiene la testa della classifica mondiale con una gara in meno da correre. In più può contare sui due punti aggiuntivi per la seconda posizione nella gara del sabato. Dopo la gara, i commissari prendevano la decisione di infliggere tre posizioni di penalizzazioni in griglia di partenza per Verstappen in vista del Gp di Russia.

Nel campionato costruttori invece è la Mercedes ad avvantaggiarsi grazie al terzo posto di Bottas mantenendo la prima posizione con 362,5 punti contro i 344,5 della Red Bull. La McLaren grazie alle doppietta di Monza, si riprende la terza posizione con 215 punti rispetto alla Ferrari che rimane ancora a digiuno di vittorie.

Daniele Amore.

Sponsor by