Sponsor by

Il Napoli non va oltre il pareggio contro la neopromossa Pescara e per lunghi tratti del primo tempo viene messa anche sotto nel gioco. Sarri corregge i suoi errori nel secondo tempo inserendo Milik, sicuramente più avvezzo al ruolo di prima punta al posto di Gabbiadini, e Mertens che cambia letteralmente la partita. Peccato che Giacomelli abbia subito la personalità del collega più esperto Rocchi, ma il Napoli dovrà lavorare ancora tanto per ritornare la squadra ammirata lo scorso anno.

Reina: 5.5. poca reattività in occasione del vantaggio pescarese, si rifà subito dopo evitando il raddoppio ma si vede che non è ancora in splendida forma.

Hysaj: 5,5.  Anche lui in difficoltà, stranamente molle nelle chiusure e poco pericoloso in fase offensiva, in ogni caso appare in difficoltà fisica.

Albiol: 5,5. Primo tempo da dimenticare, rimedia anche uno stupido cartellino giallo. Nel secondo tempo molta più sicurezza e personalità ma parente lontano dell’ultimo baluardo visto la scorsa stagione

Koulibaly 5. Dove è finita la sua esplosività? Sempre ad arrancare, in attesa di un punto di riferimento nell’attacco del Pescara che non c’è. In difficoltà anche nel far ripartire la manovra

Ghoulam: 4. il peggiore di gran lunga, disastroso. Tanti cross buttati in curva e tiri dal limite sprecati. Ci chiediamo come mai sia ancora lui a provare quel tipo di conclusione.

Allan: 5.5. getta sempre il cuore oltre l’ostacolo ma si vede che non è ancora al top anche se la squadra non lo aiuta e lui non riesce, da solo, ad elevare il tasso tecnico della squadra

Valdifiori: 4.5. Poche verticalizzazioni e niente altro. Non fa interdizione ed abbassa troppo il ritmo della squadra.

Hamsik: 5. Alcune giocate di buona fattura ma tanti passaggi all’indietro, classico di chi fa il compitino. Doveva essere lui il leader dopo l’uscita di scena di Higuain ed invece si è puntualmente eclissato

Callejon: 5. quel tiro a volo meritava una diversa fortuna ed aveva fatto ben sperare ma cala anche lui alla distanza.

Gabbiadini: 4.5  Non è una prima punta e si vede. Delude, francamente, il suo essere abulico. Doveva essere la sua occasione ed invece delude ancora una volta.

Insigne: 4.5 Non avrebbe meritato di partire titolare per quanto accaduto sul mercato e per ciò che si è visto in campo

Sarri: 5. Pessimo primo tempo che vede anche lui colpevole per scelte incomprensibili. Dovrà gestire meglio il dualismo Mertens Insigne, inventarsi anche cambi di modulo per cercare di recuperare Gabbiadini partito titolare in una posizione non consona. Dovrà lavorare soprattutto sulla testa perchè nel secondo tempo il Napoli ne aveva ancora

Dal 53′ Mertens: 7,5. E’ l’uomo partita. Entra al posto di Insigne e trova la doppietta, accendendo la miccia per la rimonta. Deve evitare quel pericoloso dribbling sulla trequarti che gli è costato il giallo ed in altre occasioni pericolosi contropiedi per gli avversari

Dal 53′ Milik: 6,5. appare sicuramente più nel vivo della manovra rispetto a Gabbiadini, rientra sulla trequarti impostando l’azione così come faceva Gonzalo ed è pericoloso con un ottimo diagonale. Peccato non abbia trovato il gol

Dal 72′ Zielinski: 6. Ci mette sicuramente brio e personalità. E ‘ alla sua prima uscita in azzurro ma sembra sulla buona strada per integrarsi nel gioco e nel gruppo. Ha mostrato più quantità che qualità che invece possiede. Aveva procurato il rigore, annullato poi da Rocchi che ha considerata fallosa un’azione offensiva di Albiol

 

Sponsor by