due-emme banner

È stata la prima conferenza organizzata dal G20 sulla promozione delle donne. La cronaca di Gabriele Bartoloni per Repubblica.

«È la prima volta che il G20 organizza una conferenza dedicata all’empowerment femminile. Al centro c’è il tema del lavoro, dei diritti e il contrasto alla violenza di genere. La conferenza va in scena a Santa Margherita Ligure. A presiederla è Elena Bonetti, ministra delle Pari opportunità. «In questa giornata non possiamo non volgere la nostra attenzione verso l’Afghanistan », dice nell’intervento di apertura dei lavori. Secondo Bonetti «serve una chiara assunzione di responsabilità dei membri del G20 e dell’intera comunità internazionale ». La conferenza include tutti i ministri delle Pari opportunità dei Paesi del G20, inseme ai rappresentanti delle organizzazioni internazionali, delle imprese, del mondo accademico e della società civile. «In un’ottica post-pandemica, l’empowerment delle donne resta una questione di diritti ma è anche un’opportunità inedita di sviluppo e di ripartenza sostenibile per tutte e tutti», dice Bonetti. È un maxi-evento presieduto dall’Italia, quello andato in scena nella cittadina ligure, dedicato all’emancipazione femminile e ai diritti delle donne e che capita a pochi giorni dalla conquista di Kabul. È in questo contesto che la riunione rappresenta il primo strumento, in ordine di tempo, per affrontare la crisi in Afghanistan. La presa del potere dei talebani e il ritorno alla sharia sono in cima all’agenda dell’incontro. L’approccio scelto da Mario Draghi, del resto, è quello di una gestione allargata, che includa i principali attori internazionali coinvolti nella crisi, compresi Cina e Russia. Il tavolo dei leader mondiali è il luogo giusto, secondo il premier. Lo ha detto nei giorni scorsi, lo ribadisce nel messaggio di apertura : «Il G20 deve fare tutto il possibile per garantire che le donne afghane mantengano le loro libertà e i loro diritti fondamentali». Il presidente del Consiglio è convinto che sia necessario «difendere i diritti delle donne ovunque nel mondo, soprattutto dove esse sono minacciate» Per Bonetti «sono tante le sfide che le donne hanno fronteggiato nella pandemia di Covid-19 e ancora affrontano». La ministra parla di violenza contro le donne, di quanto la pandemia abbia aumentato il divario con gli uomini. E annuncia la nascita di una «piattaforma strutturale di discussione interna al G20» per garantire «condivisione, continuità di approccio e una prospettiva concreta di raggiungimento degli obiettivi». Le conclusioni verranno portate al vertice di Roma in programma per fine ottobre».