due-emme banner

In Danimarca si ritorna alla normalità. Dal 10 settembre niente più Green Pass in bar e ristoranti e in tutti i luoghi pubblici, stop a mascherine e restrizioni di ogni tipo. Secondo il Ministro della Sanità danese, Magnus Heunicke, il numero di vaccinazioni effettuate è sufficiente per ritenere sotto controllo la pandemia. Il Paese era stato fra i primi in Europa a introdurre le restrizioni a marzo 2021, chiudendo le scuole e i servizi non essenziali. Era stato anche fra i primi ad allentare le norme, introducendo un passaporto vaccinale il 21 aprile di quest’anno: il certificato verde era già stato parzialmente eliminato a partire dal 1° agosto. Dal 14 agosto per viaggiare sui mezzi pubblici danesi non serve più la mascherina. Bus e metropolitane erano gli ultimi posti dove ancora vigeva l’obbligatorietà del dispositivo. Ora tocca al pass sanitario che non servirà più neppure per gli eventi sportivi e le discoteche, che hanno riaperto dopo mesi di chiusure. Resta in vigore l’obbligo di utilizzare la certificazione verde europea per viaggiare ed entrare in Danimarca. Il Paese nordico diventa il primo Paese a eliminare l’uso del Green pass all’interno dei propri confini dopo la sua adozione.