Sponsor by

Girano da ore ormai notizie che vedono coinvolto Kostas Manolas, difensore del Napoli, che sarebbe stato fermato all’Aeroporto di Napoli, Capodichino, in partenza per la Grecia con un‘ingente somma di denaro.
La giornalista Katia Vitale fa un appello ai colleghi giornalisti dichiarando quanto segue.
“Vorrei chiedere ai colleghi dello sport che da ore titolano e scrivono su siti, quotidiani on Line ed altro, con veemenza ed infondatezza, del fermo di Manolas all’aeroporto di Capodichino da parte della Guardia di Finanza per trasporto di una ingente somma di denaro, di fare un passo indietro e ricordare che la fonte va sempre verificata .
Vi state accanendo su una notizia che può infangare ma che però non esiste.
Il calciatore, questa mattina in partenza per Atene è stato fermato alla dogana per controlli di routine (come fermano tutti) e quando, come da prassi, gli è stato chiesto se avesse qualcosa da dichiarare lui ha risposto di si.
Ha spontaneamente detto (poteva anche non farlo e rischiare un eventuale controllo che quasi mai avviene) di aveva con se una cifra di denaro pari a poco più di seimila euro e quindi?
Quanto dichiarato senza forzature da Manolas ovviamente, come da regolamento, è stato verbalizzato ma tutto ciò non viola certamente le norme antireciclaggio come si legge dai più importanti siti sportivi locali.
Quindi la notizia non c’è, è solo gossip senza fondamenta che infanga e può creare stati di agitazione inutili che, soprattutto in un momento delicato, si possono riflettere anche sul triangolo di gioco di una squadra unita, comunque serena, solida e con alla spalle una società seria come il Calcio Napoli.
Mi permetto di darvi un consiglio perché a me invece è ‘capitato’ di verificarla questa fonte… non andate oltre, fermatevi, perché se domani lo stesso calciatore dovesse scegliere di diffondere il verbale di operazioni compiute scivoliamo tutti, come categoria, in una gran brutta figura…”

Sponsor by