Sponsor by

8833a2efcc82ebd745e55e9a35f938ae-k50-U10601487480316nBH-700x394@LaStampa.it«Aiutiamoli a casa loro». Lo slogan di cui da tempo si fa portavoce Matteo Salvini e con cui si è accinto ad annunciare pubblicamente una missione di quattro giorni in Nigeria. Il segretario della Lega Nord lo aveva promesso prima dell’estate, poi ribadito in pieno agosto, fissando anche una data: partenza il 29 settembre 2015 da Milano. Ma alla fine, Salvini in Nigeria non ci andrà poiché lo Stato africano gli ha negato il visto d’ingresso nel Paese. Lo ha spiegato lo stesso leader del Carroccio su Radio Padania: «Mi spiace perché ci avevo messo tempo, attenzione e passione ma se non mi mettono il timbrino…».
Come riportato da la Stampa, scoppia un caso, politico più che diplomatico. Salvini, seppure con toni scherzosi e senza nominarlo, accusa Renzi di avergli messo i bastoni tra le ruote. «Non vorrei che qualcuno del governo italiano abbia detto di non farci partire…». Il Pd ironizza. «Non conosciamo i motivi della decisione delle autorità nigeriane ma è comprensibile che non siano accoglienti con un personaggio come Matteo Salvini e la sua conclamata xenofobia. Detto ciò spero che prima o poi possa andare e conoscere quella realtà», spiega il deputato Gero Grassi.«Con la sua valigia pronta – aggiunge – ce lo immaginiamo come un piccolo colonialista del secolo scorso: sprezzante con i neri, pronto a sfruttarne le risorse».
L’entourage di Salvini non commenta anche se lascia intendere che il leader della Lega proverà nuovamente a fissare una missione in Africa. Il più deluso è certamente Toni Iwobi, militante bergamasco di origine nigeriana e responsabile nella Lega del dipartimento per la sicurezza e l’immigrazione.
Sul web, intanto, è subito ironia: in molti hanno sottolineato il “paradosso” di vedere rifiutare il visto ad uno dei teorici più convinti dei respingimenti alle frontiere. Tanto che l’hashtag Nigeria è diventato immediatamente il più utilizzato su Twitter. Un utente, ad esempio, rielabora un vecchio adagio leghista: «La Nigeria nega il permesso di soggiorno a Salvini. I leghisti, aiutiamoli a casa loro».

Giuseppe Martino

Sponsor by