Sponsor by

E’ morto questa mattina Hugo Maradona, il fratello maggiore del campione argentino, all’età di 52 anni, fulminato da un arresto cardiaco. Abitava a Monte di Procida in provincia di Napoli, vestì la maglia dell’Ascoli nella stagione 1987/88. Le presenze di Maradona Jr in bianconero furono 19, di cui 13 in campionato (tre da titolare) e sei in Coppa Italia.

“Che bei ricordi quelli in bianconero – disse in un’intervista al Carlino- avevo già vissuto l’importante esperienza in Nazionale Under 16, in squadra con me c’erano giocatori importanti come Redondo e altri. Ma quella in Italia fu la prima vera esperienza lontano da casa. In serie A c’erano mio fratello al Napoli, Gullit e Van Basten al Milan, Boniek e Voller alla Roma, Laudrup alla Juve e chi più ne ha più ne metta. Se ho avuto l’onore e il piacere di affrontarli – disse ancora– lo devo all’Ascoli e al presidente Rozzi, che era veramente fantastico, il migliore mai avuto. Non ci faceva mancare niente e ci dava tutto ciò che prometteva. Si arrabbiava a morte solo con i giornalisti e gli arbitri… E aveva ragione!”.

Dopo alcune esperienze fra Spagna, Austria e Venezuela, chiuse la carriera a fine anni ’90 in Giappone. Purtroppo quando sono arrivati i sanitari del 118, Hugo era già morto, tanto che i medici non hanno potuto far altro che constatare il decesso. Il Napoli da subito ha mostrato tutta la sua vicinanza con una nota sul sito ufficiale. “Il Presidente Aurelio De Laurentiis, il Vice Presidente Edoardo De Laurentiis, i dirigenti, lo staff tecnico, la squadra e tutta la SSC Napoli si stringono attorno alla famiglia Maradona e si uniscono al dolore per la scomparsa di Hugo”. Anche l’Ascoli piange l’ex calciatore:

L’Ascoli Calcio 1898 FC S.p.A. esprime profondo cordoglio alla famiglia Maradona per la prematura scomparsa di Huguito” si legge sul sito del club, che ricostruisce il breve passaggio dell’argentino nella squadra marchigiana.

Il legale Pisani: “Conduceva

Sponsor by