Sponsor by

Serie A: Il Napoli, a Torino per sostenere l’ esame di maturità.

Il pensiero di Amando Palillo

Il Napoli, questa sera, a Torino, contro la Juventus di Higuain,  per l’anticipo dell’undicesimo turno di Serie A, sosterrà un vero  esame di maturità. Sarri per mettere in difficoltà i bianconeri tenta di non  dare loro punti di riferimento. La formazione sembra esser già bela e fatta,  a meno di ripensamenti dell’ ultimo minuto.  Reina tra  pali, Maksimovich e  Koulibaly difensori centrali, Hysaj e Ghoulam sulle corsie esterne, Allan Jorgihno ed Hamisik a centrocampo ed infine tridente offensivo con Mertens falso centravanti, assistito  sulle fasce da Calljon ed Insigne.

Il Napoli  cerca di sfatare, una volta per tutte, in questa giornata di Serie A  il tabù Juventus Stadium, dove non è mai riuscito a portar via punti. Gli azzurri dal punto di  vista morale arrivano a questo  big match sereni e ed entusiasti, in virtù degli  ultimi successi ottenuti contro Crotone ed Empoli ma dal punto di vista della condizione fisica e mentale non sono ancora al top, si può affermare che sono ancora convalescenti, per cui non sarà sicuramente facile tener testa alla formazione di Allegri, che gode di ottima salute ed in gran vena come dimostra la sonante vittoria contro la Sampdoria di mercoledì scorso.

Riusciranno pertanto i nostri eroi del Napoli,  a lasciare indenni il terreno dello Juventus Stadium? Ovviamente lo scopriremo solo questa sera alle ore 23 circa. Per il momento l’ attesa continua, ma quasi  tutto il  mondo sembra già pronto a collegarsi via satellite con lo stadio torinese per gustarsi il grande evento. Ben 200, infatti saranno i paesi collegati con le varie emittenti, che assisteranno al big match dal piccolo schermo. Fari puntati naturalmente sul grande ex della partita , ossia  Gonzalo Higuain, il quale avvertirà di sicuro, almeno all’ingresso in campo un pizzico di emozione. Auguriamoci  per gli amanti del bel calcio che il big match dell’undicesima giornata di Serie A ,  soddisfi tutte le attese e che non sfoci in una montagna che partorisce un topolino.

Sponsor by