due-emme banner

La Serie A torna in campo nel fine settimana, con le partite valide per la 30ª giornata. Certamente da non perdere l’incontro tra Parma e Milan: quasi un testacoda di classifica, con i rossoneri secondi e i gialloblù in fondo alla graduatoria. Il Parma è reduce da un pareggio con il Benevento. Anche i rossoneri sono reduci da un pareggio con la Sampdoria, e nelle ultime giornate, hanno visto salire repentinamente il distacco dall’Inter capolista. L’obiettivo primario diventa quindi la qualificazione alla prossima Champions League. Ben 10 assenze per il Parma, compresa quella di Zirzkee fino al termine della stagione. I gialloblù dovrebbero scendere in campo con Sepe in porta, Conti e Pezzella sugli esterni e il tandem Bani-Gagliolo al centro della difesa. Brugman giostrerà in mezzo al campo (ma occhio a Hernani), coadiuvato da Kucka e Kurtic. Per l’attacco Pellé è favorito su Cornelius, con Man e Gervinho nel ruolo di esterni offensivi. Settimana in portante per Pioli, che avrà maggiore scelta visti i recuperi di diversi giocatori. Il tecnico rossonero riabbraccia Brahim Diaz, Leao, Mandukic e Rebic, con quest’ultimo e il portoghese a contendersi una maglia dal 1′ per agire sulla trequarti con Calhanoglu e Saelemaekers alle spalle dell’unica punta Ibrahimovic, che tra l’altro è a un passo dal rinnovo del contratto. All’indomani, si continua con l’appuntamento delle partite di Campionato. Domenica 11 Aprile infatti, giocherà anche la capolista Inter che affronterà il Cagliari. I neroazzurri arrivano alla sfida con una striscia aperta di 10 successi consecutivi in campionato. Antonio Conte ritrova Bastoni e Brozovic dopo la squalifica, ma perde Barella per lo stesso motivo. Per quanto riguarda il Cagliari,  Cragno, positivo al Covid-19, non sarà a disposizione di Semplici, che si affiderà a Vicario. Davanti, eterno ballottaggio tra Simeone e Pavoletti. Domenica alle 15.00 giocheranno anche Juve-Genoa. Se in porta, come già anticipato da Pirlo, tornerà Szczesny, dopo il turno di riposo col Napoli, la difesa potrebbe essere confermata, nel modulo (a quattro

) e negli uomini. Fuori per Covid Bonucci e Bernardeschi, Chiesa e Cuadrado sono imprescindibili, per le restanti due maglie da assegnare se la giocano Bentancur, Rabiot, McKennie e Arthur. La Sampdoria ospiterà il Napoli. Ranieri,  l’allenatore della Sampdoria ha parlato anche del suo futuro, senza svelare però se rinnoverà il contratto he scade al termine di questa stagione: “La societa’ conosce il mio pensiero. Abbiamo fatto 26 punti all’andata e dobbiamo cercare di conquistarne altrettanti  in questo girone di ritorno”. Sulla formazione c’e’ il rebus a centrocampo con la doppia assenza di Adrien Silva (squalificato) ed Ekdal (infortunato): “Deciderò domenica mattina”, spiega Ranieri che in attacco dovrebbe affidarsi ancora a Quagliarella e Gabbiadini: “Giocano insieme da tanto tempo e conoscono bene quello che chiedo”. Gattuso spiega invece che Lozano potrebbe saltare la partita contro la Sampdoria o almeno potrebbe partire dalla panchina. Potrebbe dunque essere schierato Matteo Politano sulla fascia destra. Altri dubbi di Gennaro Gattuso riguardano invece la retroguardia. A partire dalla porta, con David Ospina che scalpita per riprendere il posto occupato da Alex Meret nelle scorse uscite stagionali. In difesa, da scegliere il compagno di reparto di Kalidou Koulibaly: possibile una conferma di Amir Rrahmani. Sulla fascia sinistra, infine, Elseid Hysaj potrebbe lasciare spazio a Mario Rui. I giallorossi affronteranno invece il Bologna. La Roma rientra da Amsterdam. Da verificare le condizioni di Spinazzola. Nel Bologna Palacio rientra dalla squalifica, a destra sono in ballo Skov Olsen e Orsolini. Serve una vittoria per non perdere definitivamente il treno dell’Europa che conta: il quarto posto è distante 7 punti. Un distacco non completamente incolmabile.  I felsinei vengono dalla partita dove hanno ricevuto il ko contro l’Inter, ma il rassicurante +12 sulla zona retrocessione e i 34 punti in classifica possono regalare un finale di stagione sereno alla truppa rossoblù. Problemi per Mihajlovic a causa degli infortuni rimediati da Tomiyasu e Hickey, ai quali si somma l’ennesimo stop di Medel. Tra i pali si segnala il rientro di Skorupski, negativizzatosi dal Covid-19, mentre la linea a quattro sarà composta da De Silvestri, Danilo, Soumaoro e Dijks. In mediana Schouten e Svanberg (favorito su Dominguez) chiamati agli straordinari per sorreggere il trio Skov Olsen-Soriano-Barrow. Il rientrante Palacio unico riferimento avanzato.