Sponsor by

Chi oggi ha cercato di sapere qualcosa in più sulla campagna elettorale di Gaetano Manfredi e della coalizione PD-M5S-LeU-IV che lo sostiene è rimasto deluso. Manfredi non ha voluto rilasciare ulteriori dichiarazioni. Complici probabilmente le polemiche scoppiate nei giorni scorsi, in particolare con il candidato sindaco del centrodestra (ma lui afferma ancora di essere soltanto “civico”), il magistrato Catello Maresca, che ha accusato il museo di aver invitato il solo ex rettore della Federico II senza aprire a tutti gli altri altri candidati. Antonio Bassolino, che ai riferimenti di Manfredi a presunte trattative in corso tra lui e il centrosinistra, aveva replicato così: “Ignoro a cosa Manfredi possa riferirsi. Anch’io ho grande rispetto per lui, ma come si permette? E’ un brutto scivolone e mi auguro che venga subito corretto”. “Oggi parlo esclusivamente della stazione zoologica e di quello che stiamo facendo, l’auspicio che faccio per il futuro del M5S è sempre positivo e voi lo sapete benissimo” – taglia corto il presidente Fico, letteralmente accerchiato dai giornalisti – “Oggi per me è un giorno importante perché essere qui oggi significa essere nel cuore della ricerca di Napoli, dove oggi possiamo dire che abbiamo restituito alla città un posto straordinario. La ricerca sui mari e sugli oceani è ciò che rappresenta il nostro futuro”.  Luigi de Magistris, ha dichiarato invece “Manfredi non credo abbia bisogno dei miei consigli su come gestire la città, ma se lui o chiunque altro candidato voglia, anche Maresca, io sono a completa disposizione, anche per il tema del debito. L’unico consiglio che mi sento di dare a Gaetano, con cui ho un ottimo rapporto, è che ci vuole un fisico bestiale. Non escludo che possa anche confluire sul nome della Clemente”. De Magistris ha poi dato la sua opinione sulla campagna elettorale in corso, non lesinando stoccate al suo ex assessore Sergio D’Angelo, attualmente candidato: “Io penso che adesso il campo è un po’ chiuso tra Maresca, Manfredi, Bassolino e Clemente, non vedo possibilità di altri ingressi, ma è pur vero che mancano ancora quattro mesi e la campagna è lunga. Non includo Sergio D’Angelo perché secondo me non arriva fino alla fine, si ritira prima. Quindi allo stato attuale ci sono quattro candidati”.

Sponsor by