Sponsor by

Il canone Rai presto potrebbe smettere di essere presente nella bolletta della luce. All’ordine del giorno del prossimo Consiglio dei ministri c’è il disegno di legge sulla concorrenza, e fra gli impegni che il governo Draghi ha preso con Bruxelles c’è anche quello di eliminare l’obbligo del canone Rai in bolletta per eliminare le “somme che non sono direttamente correlate con l’energia”. La riforma infatti infatti era stata posta in essere dal Governo Renzi nel 2015 ed era finalizzata ad abbattere l’evasione fiscale.  Prima di togliere il canone dalla bolletta, però, l’esecutivo sta riflettendo su come fare a garantire lo stesso gettito. L’imposta porta nelle casse dello Stato circa 1,7 miliardi di euro e si sta pensando a nuove modalità di riscossione. Per capire il beneficio apportato dalla riforma Renzi basti pensare che  nel 2016, il primo anno di introduzione del canone in bolletta, a versarlo sono state il 41% delle famiglie in più rispetto agli anni precedenti. Tradotto in cifre, la nuova soluzione di riscossione ha portato più di 420 milioni di euro nella casse dell’Erario, con un crollo dell’evasione dal 36% al 10%.

Sponsor by