Sponsor by

Il Long March 5b, partito dalla stazione spaziale di Pechino qualche giorno fa, sta orbitando intorno alla Terra con una velocità di un giro ogni 90 minuti e ciò impedisce di calcolarne la traiettoria. Tuttavia questo razzo ha perso il controllo ed è attualmente in caduta libera, così come successe anche l’anno scorso. Secondo l’istituto di Scienza e Tecnologia dell’informazione del Consiglio Nazionale di Ricerche di Pisa, i detrito stavolta potrebbero arrivare anche in Italia e precisamente nella zona centro-meridionale. Un esperto dello spacenews.com ha provato a tranquillizzarci, asserisce infatti: “C’è molta probabilità che i detriti del razzo finiscano in zone disabitate, come gli oceani che coprono il 70% della superficie terrestre e la probabilità che un individuo venga colpito da detriti spaziali è di 1 su diversi trilioni”.

Sponsor by