Sponsor by

Arco e frecce hanno fatto breccia nei nostri cuori fin da bambini  aprendo l’immaginario tra romanzi e storia di grandi battaglie, dove la necessità bellica metteva questi oggetti a uso e consumo della casta dei guerrieri.

Nel XX secolo sfoggiamo con orgoglio il tiro con l’arco come sport nelle Olimpiadi, portando alla luce una disciplina con emozioni dal color oro, argento e bronzo, un traguardo e grande soddisfazione per alcuni atleti italiani  che nel corso del tempo si sono aggiudicati i primi posti continuando a percorrere e a interpretare con amore e passione questo sport.

Oggi abbiamo la possibilità di poterci emozionare ogni giorno toccando con mano tutte le tecniche necessarie per poter diventare dei fantastici arcieri, provando ad immergerci in quell’epoca, attraversando i più bei borghi della nostra Italia.

Pochi giorni fa infatti,  si è concluso l’evento tenutosi nel Borgo Autentico di Alessandria Del Carretto dove circa 150 arcieri provenienti da tutto il Sud si sono dati appuntamento tra suoni, sapori, colori e costumi dell’epoca dando vita a momenti memorabili.

L’evento porta la firma dall’associazione CSEN che marca una notevole concezione di fare sport, utilizzando tutto il necessario per la sicurezza sopratutto in questo particolare periodo segnato dal covid19.

Una mira precisa per vederci bene… puntando dritto l’obiettivo nello sport come nella vita, questo è uno dei punti fondamentali che porta lo studio del settore di tiro con l’Arco del Sud Italia, una ricerca di competenze ma sopratutto di emotività dell’atleta, dove l’arco non è più un arma ma un amico fidato da maneggiare con cura e grande passione.

Dieci le postazioni di tiro create ad Alessandria del Carretto ben dislocate in un percorso di circa 1,5Km che hanno ospitato un massimo di 4 atleti per postazione portando tradizione e storia all’interno del magico borgo che arricchisce l’esperienza sportiva portando una forte connotazione educativo-culturale, cosi come ha affermato il dott. Guido Valenzano organizzatore e referente ufficiale della CSEN che crede fortemente nell’alta rilevanza formativa ed educativa che questi eventi assumono aldilà della prestazione sportiva.

Un ringraziamento è stato espresso anche nei confronti dell’amministrazione comunale di Alessandria del Caretto, del sindaco Geom.Domenico Vuodo e dei volontari dell’associazione Aivvfc che hanno permesso che l’evento si svolgesse con i giusti coordinamenti in massima sicurezza oltre a una meravigliosa accoglienza per gli atleti per far si che possa diventare appuntamento fisso per i prossimi anni futuri.

Di certo, potremo continuare a seguire i nostri arcieri in altri borghi con l’Hashtag #RIPARTIAMOCONLOSPORT il prossimo appuntamento è fissato presso LAURIA (PZ) Piano Malerba c.da Canicella per poter passare insieme una giornata di preciso equilibrio fisico e mentale, dove si potrà staccare la spina dalla frenesia del nostro tempo e ritrovarci a scoprire nuovi bersagli provando a far centro!

Lidiana Iocco

Sponsor by