Sponsor by

L’azienda nata all’università di Cambridge vuole creare un nuovo zucchero: naturale come il saccarosio ma fa meno male ed è sostenibile. Questo zucchero ha inoltre un forte potere dolcificante ma è di origine vegetale e sostenibile. E’ questa la missione di SupPlant, la start-up ha ottenuto già oltre 24 milioni di dollari di finanziamento. Lo zucchero è considerato un prodotto non sano, visto che può essere causa di diverse patologie come obesità, danni vascolari e diabete, per questo motivo l’azienda dichiara la necessità di pensare ad un sostituto sano. L’autorità Europea per la sicurezza alimentare ha già concesso l’approvazione preliminare. Il prossimo passo sarà l’approvazione della FDA americana, così da lanciare anche negli USA il prodotto. La società ha pensato di creare un dolcificante che avesse lo stesso sapore dello zucchero ma senza averne le controindicazioni. E che fosse di origine vegetale. “Produciamo il nostro zucchero dalla fibra, e quindi non dobbiamo estrarre lo zucchero dalla canna da zucchero. Ha la stessa consistenza, massa, caramellizzazione e cristallizzazione dello zucchero, ed anche la stessa quantità di dolcezza prodotta per grammo” ha dichiarato Tom Simmons, uno dei fondatori di SupPlant.  Già da diversi anni si cercano dei sostituti validi allo zucchero, si pensi al miele o al recente successo della stevia, la pianta coltivata in Brasile e Paraguay. Ma anche qui ci sono delle controindicazioni come, nel caso della stevia, il retrogusto di liquirizia. SupPlanet punta proprio a creare un dolcificante con le stesse caratteristiche dello zucchero. Una sfida, questa, che potrebbe rendere l’azienda una delle più ricche al mondo.

Sponsor by