Sponsor by

Si conferma la discesa dei contagi in Campania e a Napoli. Tuttavia, sebbene le corsie si svuotino a causa del covid, si riempiono per i più svariati motivi. Un fenomeno che si riscontra anche nel pronto soccorso del Santobono dove, da alcuni giorni, si registra un vero e proprio boom di accessi (oltre 250) di cui la maggioranza del tutto inappropriati. La rinnovata fiducia delle famiglie sta rinverdendo uno dei nervi scoperti della rete dell’emergenza urgenza anche pediatrica in cui anziché giungere codici gialli e rossi per malattie serie e gravi si riversano pazienti con patologie banali. «Sta passando la Covid-fobia – conferma il primario della prima linea del Santobono Vincenzo Tipo  e la gente torna a utilizzare impropriamente gli ospedali segnatamente questo che è riservato ai bambini. Stiamo tornando a vedere decine di casi banali che andrebbero curati a casa dalla pediatria del territorio – continua lo specialista – dalle colichette all’inappetenza. Per non parlare della dermatite da pannolini. L’assalto al nostro pronto soccorso è ripreso a pieno regime e superiamo ormai i 250 accessi al giorno». Questa cosa preoccupa molto, perchè potrebbe causare un improvviso boom dei contagi, dunque è una situazione che va tenuta d’occhio. ” Oggi i contagi sono sotto controllo ma la pandemia non è archiviata e il virus circola soprattutto tra i più giovani non vaccinati. Aumentare indiscriminatamente gli accessi aumenta la possibilità che si possano creare  situazioni i cui cresce il rischio reale di diffusione di patologie indipendentemente dal Covid verso cui si mantiene alta l’attenzione. Consigliamo di portare il bambino in pronto soccorso – spiega il clinico – solo se strettamente necessario”.

Sponsor by