due-emme banner

Vediamo i risultati delle partite di ieri Domenica 2 Maggio. La Lazio batte in casa il Genoa   4-3, dunque partita molto combattuta. I primi 30 minuti del match scorrono tranquilli, fino al primo goal della partita segnato da Correa che porta la Lazio in vantaggio 1-0. Al 43′arriva anche il secondo goal per i padroni di casa, ad opera di Immobile che segna su rigore. Si prosegue con il secondo tempo e arriva il goal anche per il Genoa, tuttavia si tratta di un autogoal regalato dalla Lazio messo a segno da Marusic. Esattamente un minuto dopo altro goal per la Lazio segnato da Alberto su assist di Immobile, dunque la partita è a questo punto sul 3-1. Al 56′ ennesimo e ultimo goal per i padroni di casa, ci pensa nuovamente Correa. Il Genoa non si dà per vinto e tenta il tutto per tutto, segnando all’80’ grazie ad un rigore tirato da Scamacca e subito dopo all’81’ arriva anche la rete di Shomurodov. La partita dunque termina 4-3 con la Lazio che corre per la Champions, alle spalle del Napoli. Altra partita ricca di colpi di scena è quella tra Bologna-Fiorentina che termina in parità. Le danze di aprono al 22′ grazie ad un rigore concesso alla Fiorentina messo a segno da Vlahovic. Ma il Bologna non resta a guardare a lungo e al 31′ Palacio con il suo goal riporta il risultato in parità. Nel secondo tempo, Bonaventura segna per la squadra ospite al 64′ e Palacio risponde nuovamente al 71′, dunque a questo punto il risultato è sul 2-2. Vlahovic e la Fiorentina non si danno per vinti, vogliono portare a casa il match e i tre punti, ricordiamo preziosissimi per la Fiorentina che desidera creare maggior margine dalla zona retrocessione. Arriva quindi al 73′ il secondo goal di Vlahovic, ma Palacio non ci sta e all’84’, un vero e proprio miracolo, porta a casa una tripletta rivelandosi l’uomo del match, chiudendo i giochi con un 3-3 particolarmente combattuto. Fiacca la partita del Napoli, che scivola in casa contro un agguerrito Cagliari che non vuole tornare in serie B. Osimhen apre il match al 13′ e la partita scorre lineare per tutto il tempo, ormai con il Napoli che pensa di avere i 3 punti in tasca. Quando al 90′ non ci pensa due volte Nandez a segnare il goal che porta la partita in parità, 1-1 proprio sul finale strappando il pareggio in casa degli azzurri. Stessa storia per Sassuolo-Atalanta, che si chiude 1-1. La partita inizia in maniera scoppiettante, con l’espulsione al 22′ di Gollini e dunque con un uomo in meno per l’Atalanta costretta a giocare in 10. Ma al 32′, proprio la squadra ospite va in vantaggio grazie al goal di Gosens. Nel secondo tempo, al 52′ precisamente, il Sassuolo segna la rete dell’1-1, grazie a Berardi. Al 75′ anche il Sassuolo resta con un uomo in meno, a causa del doppio giallo di Marlon che dunque viene espulso. In serata arriva poi il momento di Udinese-Juventus. Molina coglie subito la chance mette a segno il primo goal al 10′ minuto, complice anche l’assist di De Paul. La Juventus dunque resta in svantaggio per 1-0 fino a quasi la fine del match: infatti il goal arriva all’83’ grazie ad un rigore che certamente non sbaglia il solito Ronaldo, chirurgico sul dischetto come solo lui sa fare. E sempre Ronaldo, che non ci sta a perdere i 3 punti in casa dell’Udinese, all’89’ mette a segno il secondo goal, quello della vittoria chiudendo 2-1 per la Vecchia Signora. Evidenti problemi si evincono invece per la squadra di Fonseca che va a perdere in casa della Sampdoria. Continua dunque il periodo negativo per la Roma, che scivola, partita dopo partita sempre più giù in classifica. Al 45′ i padroni di casa segnano grazie a Silva. Al 65′ arriva anche il goal di Jankto. Il match dunque prosegue ma senza altri goal finendo dunque 2-0 per la Sampdoria felicissima del risultato.