due-emme banner

Grande attesa per il big match dell’undicesima giornata, Juventus – Napoli.

Il punto di Armando Paulillo

Cresce a dismisura l’attesa per il grande match di domani sera, tra Juventus e Napoli, anticipo dell’undicesima giornata di Serie A. C’è impazienza non soltanto per i tifosi azzurri e bianconeri, ma anche per i tantissimi appassionati, neutrali, che amano le grandi sfide. Mancano ancora circa  34 ore all’appuntamento dello Juventus Stadium,  ma il popolo juventino è già pronto con bandiere e sciarpe per assistere al grande evento. Inutile dire che i biglietti sono andati letteralmente a ruba, quindi lo Stadium registrerà il sold out.

In questo anticipo dell’undicesimo turno di Serie A, fari puntati, naturalmente su Gonzalo Higuain,  grande ex della gara, che affronterà, probabilmente con un pizzico di emozione il suo passato, il suo Napoli,  tra le cui fila  ha compiuto un autentico miracolo, nella scorsa stagione, stabilendo il nuovo record di marcature in Serie A, con 36 reti. I tifosi partenopei non hanno mai digerito il suo passaggio alla Juventus e lo hanno sempre accusato di alto tradimento. Pertanto domani sera il Pipita si troverà addosso tutte le maledizioni del popolo azzurro, che potrebbe augurargli, noi speriamo di no, perfino un infortunio.

Higuain intanto non sembra affatto preoccupato o teso per questo suo primo incrocio da avversario contro il Napoli, anzi è tranquillo, tanto è vero che ieri dopo il consueto allenamento, all’uscita, mentre era in macchina col finestrino aperto per firmare autografi ai suoi sostenitori, alla domanda di un tifoso, “Ci regalerai una doppietta domani”? Ha risposto: Eh speriamo! Intanto gli azzurri di Sarri tenteranno di confermare il buon momento che stano attraversando, rinfrancati dai due successi di fila.

Quello di domani sera è un appuntamento al quale i tifosi della Vecchia Signora non vogliono proprio mancare: c’è la ghiotta occasione, da parte della loro squadra del cuore  di sferrare il colpo del k o alla formazione di Sarri, tra le mura amiche, dove la truppa di Allegri difficilmente perde punti.