Sponsor by

Il Napoli purtroppo deve fare i conti anche con una chiusura recessiva, complice anche la mancata qualificazione in Champions. De Laurentiis ha chiuso infatti il suo ultimo bilancio con un insolito passivo di 19 milioni. Il Presidente ovviamente sa bene di questo problema e lavoro da mesi per capire dove effettuare i tagli per curare il bilancio. In particolare quello del monte ingaggi per il settore tecnico, che il presidente è intenzionato a ridurre in modo drastico (fino al 40 per 100) e questa volta senza ripensamenti. Della nuova strategia societaria era già stato messo al corrente dallo scorso mese di Dicembre Gattuso e il rinnovo del suo contratto era saltato in extremis proprio per la reazione di Ringhio, che aveva chiesto invano al suo datore di lavoro di mettere al corrente della situazione di difficoltà pure i tifosi: facendo una operazione di trasparenza. Ecco perchè Spalletti, essendo a conoscenza della situazione, ha un po’ abbassato le sue iniziali pretese economiche, anche se con i bonus legati ai risultati (se ovviamente verranno raggiunti) il suo ingaggio potrebbe avvicinarsi comunque a quello di un allenatore top. L’allenatore toscano sembrerebbe dunque intenzionato a firmare e fare il tutto per tutto per raggiungere i risultati sperati. Sembrerebbe ormai fatta e in serata dovrebbe arrivare la firma e dunque il comunicato ufficiale. Spalletti sa che dovrà fare i conti con un budget scarno per quanto attiene al calcio mercato e assenze che saranno quasi inevitabili. Come Fabian e Koulibaly che sono i più richiesti sul mercato.  Da valutare la posizione di Insigne, che sta trattando il rinnovo. Sono invece andati in scadenza Hysaj e Maksimovic, liberi di trovarsi una destinazione diversa. Il terzino potrebbe seguire Gattuso alla Fiorentina, interessata pure a Bakayoko.

Sponsor by